Il CO.BR.A.

 COBRA (C O. B R. A)

Nel senso artistico il CO.BR.A è un gruppo culturale di indirizzo pittorico fondato verso nel 1948 a Parigi. La definizione CO.BR.A è l’acronimo delle città di origine dei vari pittori che lo fondarono: Copenaghen, Bruxelles, Amsterdam.

Asger Jorn, Pierre Alechinsky, Guillaume Corneille e Karel Appel, i principali protagonisti di questa corrente, sono alla ricerca di un linguaggio molto vicino a quello dell’Espressionismo tedesco, per le forme violentemente trasfigurate dalle energiche pennellate sulla tela, avvicinandosi, ma senza mai raggiungerlo, al linguaggio astratto.

 Gli artisti Christian Dotremont, Karel Appel, Asger Jorn, Constant Nieuwenhuy, Joseph Noiret e Corneille (Cornelius van Beverloo), nel novembre del 1948 si riuniscono per seguire da vicino il Congresso Internazionale del Centro Documentazione Arte delle Avanguardie. La Conferenza, pianificata da esponenti “surrealisti rivoluzionari”, mette subito in evidenza le divergenze tra i vari linguaggi espressivi, tanto che ad un certo punto il dibattito si incaglia, non trovando più una via risolutiva valida per tutti. I sei amici artisti individuano un’unica strada percorribile, che dia la possibilità di seguire l’attività internazionale, quella cioè di una partecipazione comune organica ed allo stesso tempo sperimentale, che sorpassi le fredde, schematiche e dogmatiche teorie sperimentando nuovi ed efficaci linguaggi espressivi.

I principi fondamentali del CO.BR.A sono innanzitutto la ricerca delle basi creative artistiche attraverso un’indagine sulla cultura e sull’arte allo stato primordiale, sulla cultura e sull’arte popolare, sui disegni spontanei dell’infanzia, sui motivi caratterizzanti la natura, sulla fecondità, sulla sofferenza umana, sulla vita e la morte e su tutto ciò che avvicina l’uomo alle primitive leggi che regolano l’universo e la vita in esso presente.  Inoltre il gruppo vorrebbe arrivare ad avere un unico linguaggio artistico che conciliasse l’astratto con il concreto, il figurativo con l’informale e infine giungere alla conquista di una scrittura universale che portasse a galla le nostre emozioni più profonde, fantastiche e creative.

Il primo congresso del CO.BR.A avviene, in una singolare cornice, a Bregneröd, in Danimarca, nell’agosto del 1949, dove gli artisti si riuniscono, per vivere e lavorare, in una grande casa, affrescando tutte le stanze e realizzando un’opera con forti caratteristiche di insieme. Nello stesso anno lo Stedelijk Museum di Amsterdam allestisce la prima grande rassegna del CO.BR.A ma le violente reazioni del pubblico creano una forte e negativa risonanza  in tutta Europa.

Alcuni grandi esponenti del CO.BR.A:

  • Pierre Alechinsky (Bruxelles, 19 ottobre 1927).
  • Else Alfelt (Copenaghen, 16 settembre 1910 – Copenaghen, 9 agosto 1974).
  • Karel Appel (Amsterdam, 25 aprile 1921 – Zurigo, 4 maggio 2006).
  • Jean-Michel Atlan (23 gennaio 1913 – 12 febbraio 1960).
  • Mogens Balle, (1921-1988).
  • Ejler Bille (6 marzo 1910 – 1 maggio 2004).
  • Eugene Brands, (1913-2002)
    Pol Bury (26 Aprile 1922 – 28 Settembre 2005).
  • Hugo Claus (Bruges, 5 aprile 1929 – Anversa, 19 marzo 2008).
  • Georges Collignon, (Belgio, 1923-2002).
  • Constant, (1920-2005).
  • Corneille (Cornelis Van Beverloo; Liegi, 3 luglio 1922 – Auvers-sur-Oise, 5 settembre 2010).
  • Christian Dotremont (12 Dicembre 1922 – 20 Agosto 1979).
  • Wim de Haan, (1913-1967).
  • Jacques Doucet (1924 – …).
  • Lotti van der Gaag (The Hague, 18 dicembre 1923,  – Nieuwegein, 20 febbraio 1999, ).
  • William Gear (2 Agosto 1915 -1997).
  • Stephen Gilbert (Newcastle, 22 luglio 1912 – Whitehead, 23 luglio 2010).
  • Svavar Guðnason ( 18 novembre 1909 – 25 giugno 1988 ).
  • Reinhoud d’Haese (Grammont , 1928 – Parigi , 1 luglio 2007).
  • Henry Heerup (4 novembre 1907 – 30 Maggio 1993).
  • Egill Jacobsen (Copenaghen 1910 – ivi 1998).
  • Edouard Jaguer (8 agosto 1924 – 9 maggio 2006).
  • Asger Jorn (Vejrum, 3 marzo 1914 – 1 maggio 1973).
  • Lucebert (Amsterdam 1924-Alkmaar 1994).
  • Jørgen Nash (16 marzo 1920 – 17 maggio 2004).
  • Jan Nieuwenhuys (Amsterdam, 8 gennaio 1922 – 28 dicembre 1986).
  • Erik Ortvad (Copenaghen, 18 giugno 1917, Kvänjarp, 29 febbraio 2008) .
  • Pieter Ouborg (Dordrecht, 10 marzo 1893  – L’Aia, 3 giugno 1956).
  • Carl-Henning Pedersen (23 settembre 1913-20 febbraio 2007).
  • Jean Raine (Bruxelles, 24 gennaio 1927 – Rochetaillée-sur-Saône, 30 giugno 1986).
  • Anton Rooskens (Griendsveen, 1906 – Amsterdam, 1976).
  • Erik Thommesen, (danese, 1916-2008).
  • driano Tuninetto (Pancalieri, 1 maggio 1930 – Torino, 16 aprile 2004).
  • Raoul Ubac (Colonia, 31 agosto 1910 – Dieudonné, Oise, 24 marzo 1985).
  • Theo Wolvecamp (Hengelo, 1925 – 1992).

Bibliografia:

  • “Assalto alla cultura”, Home S., AAA Edizioni, Venezia, 1996.

  • “Gruppo Cobra. Creatività e provocazione”, Maurizio Vanni, Cambi Editore.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *