Il postmodernismo

Le Nuove Avanguardie Postmodernismo e l’Arte dei nostri giorni : Dal 1960 ad oggi assistiamo ad un’espansione globale della ricerca artistica che si sviluppa in un mercato di dimensioni planetarie e che è in continuo e frenetico movimento. I nuovi linguaggi, in continua trasformazione, hanno abbandonato completamente l’informale, il soggettivismo da esso derivato ed il coinvolgimento delle pure emozioni nel rapporto fra l’opera e l’artista. L’artista continua a riportare sull’opera le proprie emozioni, ma solo quelle estemporanee, quelle provocate dai soggetti da rappresentare, non più quelle che gli nascono spontaneamente da dentro.

Il linguaggio postmoderno è prevalentemente caratterizzato da sconfinamento, eclettismo, ironia e collages. Altri linguaggi artistici comuni al postmoderno, possono essere considerati la pop art, il magico realismo della letteratura, il decostruttivismo in architettura, il neoromanticismo ed il massimalismo.

Il postmoderno è considerato dagli storici dell’arte, come una corrente nata per contrapporsi al modernismo, rifiutando di riconoscere l’importanza assoluta di ideali come l’obiettività, la razionalità, il progresso e tutte le idee derivate dal realismo ottocentesco e dall’illuminismo.

In parole povere, i postmodernisti evidenziano con enfasi, come le tecnologie ed il progresso abbiano plagiato la società, decentralizzandola e rendendola succube dei media, nella quale le idee non sono altro che spogli simulacri e soltanto rappresentazioni pubblicitarie, e danno scarsa importanza a fonti di comunicazione concrete ed autentiche, oggettive e stabili.

Bibliografia:

  • “La Condition postmoderne: rapport sur le savoir”, (in francese) Jean-Francois Lyotard, 1979; tradotto da Carlo Formenti: “La condizione postmoderna: rapporto sul sapere”, Milano, 1981.

  • “Le Postmoderne expliqué aux enfants: Correspondance” F. Lyotard, 1982-1985, 1988; trad. Il postmoderno spiegato ai bambini, Milano: Feltrinelli, 1987-

  • “The Language of Post-Modern Architecture”, Charles Jencks, Rizzoli, New York, 1977)

  • “What is Post-Modernism?”, (in inglese) Charles Jencks, London – New York, 1986 e 1987

  • “Il postmoderno. Il pensiero nella società della comunicazione”, G. Chiurazzi, Torino, 1999.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *