Beato Angelico: elenco delle opere realizzate dall’artista

Pagine correlate all’artista: La biografia – Le opere – Il periodo artistico – La critica – Bibliografia.

Elenco dei dipinti dell’Angelico

Le composizioni degli esordi:

  • Pala Gherardini, anno 1418, tavola, andata perduta.

  • Tebaide, anno 1420 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Galleria degli Uffizi, Firenze.

  • San Girolamo penitente, anno 1420 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, University Art Museum di Princeton, Princeton.

  • Crocifisso di Santa Maria Nuova, anno 1423, dipinto su legno sagomato, andato perduto.

  • Crocifissione Griggs (attribuito all’artista), anno 1423 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Metropolitan Museum of Art, New York

  • Madonna dell’Umiltà, anno 1423 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Museo Nazionale di San Matteo, Pisa.

  • Adorazione dei Magi, anno 1423-24, tecnica a tempera su tavola, Abegg-Stiftung, Riggisberg.

  • Sant’Antonio da Padova, anno 1424 (intorno al), convento di San Francesco, Assisi.

  • Pala di Fiesole (lo sfondo fu ridipinto da Lorenzo di Credi), anno 1424-1425, tecnica a tempera su tavola, chiesa di San Domenico, Fiesole.

    • Predella realizzata in 5 riquadri il Cristo risorto adorato da santi, i profeti ed i membri dell’Ordine domenicano, National Gallery, Londra.

    • Santi dai pilastrini, due pannelli si trovano nel Museo Condé di Chantilly, due in una proprietà privata, mentre altri sei andarono perduti.

  • San Giacomo libera di Ermogene, anno 1426–1429 (intorno al), Kimbell Art Museum, Fort Worth.

  • Madonna col Bambino, anno 1426-1427 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Barbara Piasecka Johnson Foundation, Princeton.

  • Decollazione del Battista e Banchetto d’Erode, tecnica a tempera su tavola (scomparto di predella), anno 1427-1428, Louvre, Parigi.

  • Natività, anno 1428 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Pinacoteca civica, Forlì.

  • Preghiera nell’orto, anno 1428 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Pinacoteca civica, Forlì.

  • Trittico di san Pietro Martire, anno 1428-1429, tecnica a tempera su tavola, Museo Nazionale di San Marco, Piazza San Marco, Firenze.

    • Tra le cuspidi Storie di San Pietro Martire, stesso museo.

    • Tondi con Angelo annunciante, Redentore e Vergine Annunciata, stesso museo.

  • Predella con storie francescane San Francesco davanti al sultano, Lindenau Museum, Altenburg.

  • Stimmate di san Francesco, Pinacoteca Vaticana, Roma.

  • Incontro tra san Domenico e san Francesco, Gemäldegalerie, Berlino.

  • Apparizione al Capitolo di Arles, Gemäldegalerie, Berlino Funerali di san Francesco, Gemäldegalerie, Berlino.

Le composizioni degli anni trenta

  • Predella dei santi Giacomo e Lucia, anno 1428-1430 (intorno al), tecnica a tempera su tavola.

    • San Giacomo maggiore libera Ermogene, Fort Worth, Kimbell Art Museum.

    • Imposizione del nome del Battista, Museo Nazionale di San Marco, Piazza San Marco, Firenze.

    • Funerali della Vergine, Filadelfia, Philadelphia Museum of Art.

    • Incontro tra san Domenico e san Francesco, San Francisco, California Palace of the Legion of Honor.

    • Apparizione di sant’Agata a santa Lucia, New York, proprietà privata Richard L. Feigen.

  • Madonna col Bambino, anno 1430 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Museo di San Marco, Firenze.

  • Madonna col Bambino e dodici angeli, anno 1430 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Staedelsches Kunstinstitut, Francoforte sul Meno.

  • Giudizio Universale, anno 1431 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Museo Nazionale di San Marco, Piazza San Marco, Firenze.

  • Annunciazione di Cortona, anno 1430 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Museo diocesano, Cortona.

    • Predella con Storie della vita della Vergine e due scene della Leggenda di san Domenico, stesso museo.

  • Pala di Annalena, anno 1430 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Museo Nazionale di San Marco, Piazza San Marco, Firenze.

    • Cinque riquadri di predella con Storie dei santi Cosma e Damiano, stesso museo.

    • Guarigione del diacono, pannello dalla predella, Kunsthaus, Zurigo.

    • Santi dai pilastrini laterali, varie sedi (National Gallery di Washington, National Gallery of Ireland, Louvre).

  • Annunciazione di San Giovanni Valdarno, anno 1430-1432, tecnica a tempera su tavola, Museo della basilica di Santa Maria delle Grazie, San Giovanni Valdarno.

    • Predella con Storie della Vergine in cinque pannelli di cui uno è frammentario, stesso museo.

  • Sportelli con Beati e Dannati, anno 1430-1432 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Museum of Fine Arts, Houston.

  • Quattro reliquiari della Vergine, anno 1430-1434, tecnica a tempera su tavola.

    • Annunciazione e Adorazione dei Magi, Museo Nazionale di San Marco, Piazza San Marco, Firenze.

    • Morte e Assunzione della Vergine, Isabella Stewart Gardner Museum, Boston.

    • Incoronazione della Vergine, Museo Nazionale di San Marco, Piazza San Marco, Firenze.

    • Madonna della Stella, Museo Nazionale di San Marco, Piazza San Marco, Firenze.

  • Deposizione, anno 1432 (intorno al) (assai dubbio), tecnica a tempera su tavola, Museo Nazionale di San Marco, Piazza San Marco, Firenze.

    • Dodici Santi e Beati sui pilastrini, stesso museo.

    • Otto medaglioni con Santi, stesso museo.

  • Incoronazione della Vergine, anno 1432 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Galleria degli Uffizi, Firenze.

    • Matrimonio della Vergine, scomparto di predella, Louvre, Parigi.

    • Morte della Vergine, scomparto di predella, Louvre, Parigi.

  • Tabernacolo dei Linaioli, anno 1433, pannelli lignei entro un tabernacolo marmoreo di Lorenzo Ghiberti, Museo Nazionale di San Marco, Piazza San Marco, Firenze.

    • Madonna col Bambino, stesso museo.

    • Cornice con dodici Angeli musicanti, stesso museo.

    • Due sportelli dipinti su entrambi i lati, con San Pietro, San Marco Evangelista, San Giovanni Battista, San Giovanni Evangelista, stesso museo.

    • San Pietro che detta il Vangelo a san Marco, scomparto di predella, stesso museo.

    • Adorazione dei Magi, scomparto di predella, stesso museo.

    • Martirio di san Marco, scomparto di predella, stesso museo.

  • Annunciazione, anno 1433-1435, tecnica a tempera su tavola, Museo del Prado, Madrid.

    • Predella con Storie della vergine in cinque riquadri, stesso museo.

  • Madonna dell’Umiltà, anno 1433-1435, tecnica a tempera su tavola, Museo Thyssen-Bornemisza, Madrid.

  • Incoronazione della Vergine, anno 1434-1435, tecnica a tempera su tavola, Louvre, Parigi.

  • Madonna di Pontassieve, anno 1435, tecnica a tempera su tavola, Galleria degli Uffizi, Firenze.

    • Predella con Miracoli di san Domenico e Resurrezione di Cristo in sette riquadri, stesso museo.

  • Crocifissione con i dolenti e san Domenico, anno 1435 (intorno al), affresco staccato da muro, Louvre, Parigi.

  • Vergine col Bambino tra i santi Domenico e Tommaso d’Aquino, anno 1435 (intorno al), affresco staccato da muro, Ermitage, San Pietroburgo.

  • Annunciazione, anno 1435 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Gemäldegalerie Alte Meister, Dresda.

  • Madonna col Bambino e i santi Domenico e Caterina d’Alessandria, anno 1435 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Pinacoteca Vaticana, Roma.

  • San Pietro Martire, anno 1435 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Royal Collection, Hampton Court.

  • Madonna col Bambino, santi, angeli e donatore, anno 1435-1437, tecnica a tempera su tavola di forma ottagonale, Museum of Fine Arts, Boston.

  • Volto di Cristo, anno 1435-1437, tecnica a tempera su tavola di forma ottagonale, proprietà privata.

  • Compianto sul Cristo morto, anno 1436, tecnica a tempera su tavola, Museo Nazionale di San Marco, Piazza San Marco, Firenze.

  • Tentazione di sant’Antonio Abate, anno 1436, tecnica a tempera su tavola, Museum of Fine Arts, Houston.

  • Trittico di Cortona, anno 1436 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Museo diocesano, Cortona.

    • Nelle cuspidi Crocifissione e tondi con Angelo annunciante e Vergine Annunciata, stesso museo.

    • Predella con Storie di san Domenico, sei riquadri, intervallate da quattro Santi, stesso museo.

  • Stimmate di san Francesco e martirio di san Pietro da Verona, anno 1437-1437, tecnica a tempera su tavola, Strossmayerova Galerija, Zagabria.

  • Pala di Perugia, anno 1437, tecnica a tempera su tavola, Galleria Nazionale dell’Umbria, Perugia.

    • Tondi con Angelo annunciante e Vergine annunciata, stesso museo.

    • Predella con Storie di San Nicola in tre riquadri, Pinacoteca Vaticana, Roma.

    • Dodici Santi e Beati nei pilastrini, stesso museo.

    • Madonna del Giglio, anno 1437-1440, Rijksmuseum, Amsterdam.

Le composizioni realizzate a San Marco

  • Pala di San Marco, anno 1438-1440 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Museo Nazionale di San Marco, Piazza San Marco, Firenze.

    • Predella con Storie dei santi Cosma e Damiano, anno 1438-1443, tecnica a tempera su tavola:

      • Guarigione di Palladia, National Gallery of Art, Washington D.C.

      • San Cosma e san Damiano davanti a Lisia, Alte Pinakothek, Monaco di Baviera.

      • San Cosma e san Damiano salvati dall’annegamento, Alte Pinakothek, Monaco di Baviera.

      • Condanna al rogo dei santi Cosma e Damiano, National Gallery of Ireland, Dublino.

      • Pietà, Alte Pinakothek, Monaco di Baviera.

      • Crocifissione dei santi Cosma e Damiano, Alte Pinakothek, Monaco di Baviera.

      • Decapitazione dei santi Cosma e Damiano, Louvre, Parigi.

      • Sepoltura dei santi Cosma e Damiano, Museo Nazionale di San Marco, Piazza San Marco, Firenze.

      • Guarigione del diacono Giustiniano, Museo Nazionale di San Marco, Piazza San Marco, Firenze.

    • Santi e beati dai pilastrini (di cui nove conosciuti, altri andati perduti):

      • San Tommaso d’Aquino, Fondazione Cini, Venezia.

      • San Bernardo, al Lindenau Museum di Altenburg.

      • San Girolamo, al Lindenau Museum di Altenburg.

      • San Rocco, al Lindenau Museum di Altenburg.

      • San Romualdo, al Minneapolis Institute of Arts.

      • San Pietro Martire, alla Royal Collection di Hampton Court.

      • Sant’Antonio Abate, Art Institute of Chicago, Chicago.

      • Beato Vincenzo Ferrer, Museo Nazionale di San Marco, Piazza San Marco, Firenze.

      • Beato domenicano (per altri studiosi si tratta di Giordano di Sassonia), Museo Nazionale di San Marco, Piazza San Marco, Firenze.

  • San Giovanni Battista, anno 1438-1440, frammento, tecnica a tempera su tavola, Museum der bildenden Künste, Lipsia.

  • Madonna col Bambino e i santi Domenico e Pietro Martire, anno 1439-1440, affresco, chiesa di San Domenico, Cortona.

  • Affreschi nel convento di San Marco, anno 1438-1446 (sono elencati solo i lavori ritenuti in maggioranza autografi dell’Angelico):

    • Piano terra:

      • Crocifissione con san Domenico (chiostro), anno 1442 (intorno al).

      • San Pietro Martire che ingiunge il silenzio, lunetta affrescata (chiostro).

      • San Domenico che mostra la regola dell’Ordine, lunetta affrescata (chiostro).

      • San Tommaso d’Aquino con la Summa, lunetta affrescata (chiostro).

      • Cristo pellegrino accolto da due domenicani, lunetta affrescata (chiostro).

      • Cristo in pietà, lunetta affrescata (chiostro).

      • Crocifissione con i santi (sala capitolare), anno 1442 (intorno al).

      • Crocifissione (refettorio, distrutto nel 1554).

    • Primo piano Madonna delle Ombre, anno 1439 (intorno al) o dopo il 1450.

      • Annunciazione del corridoio Nord, 1440 (intorno al) o dopo il 1450.

      • Noli me tangere (cella 1), anno 1438-1440.

      • Compianto di Cristo (cella 2), anno 1438-1440.

      • Annunciazione (cella 3), anno 1438-1440.

      • Trasfigurazione (cella 6), anno 1441-1443 (intorno al).

      • Cristo deriso (cella 7), anno 1441-1443 (intorno al).

      • Incoronazione della Vergine (cella 9), anno 1441-1443 (intorno al).

      • Presentazione al Tempio (cella 10), anno 1440-1441 (intorno al).

      • Comunione degli Apostoli (cella 35), anno 1440-1441 (intorno al).

      • Adorazione dei Magi (cella 39), anno 1441-1442 (intorno al).

  • Redentore benedicente, anno 1440-1445 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Museo Nazionale di San Matteo, Pisa.

Le composizioni realizzate a Roma e Orvieto

  • Affreschi nell’abside dell’antica basilica di San Pietro in Vaticano, anno 1445-1446 (intorno al), perduti, Roma.

  • Cappella “parva” nel Palazzo Apostolico, anno 1445-1446 (intorno al), affreschi perduti, Roma.

  • Volto di Cristo, anno 1445-1450 (intorno al), affresco staccato da muro, Museo Nazionale di Palazzo Venezia, Roma.

  • Cappella Niccolina, anno 1446-1448 (intorno al), affreschi, Palazzo Apostolico, Roma:

    • Santo Stefano riceve il diaconato e distribuisce le elemosine.

    • Predica di santo Stefano e disputa nel sinedrio.

    • Santo Stefano condotto al martirio e lapidazione di santo Stefano.

    • Consacrazione di san Lorenzo come diacono.

    • San Lorenzo riceve i doni della Chiesa.

    • San Lorenzo distribuisce le elemosine.

    • San Lorenzo davanti a Valeriano.

    • Martirio di san Lorenzo.

  • Due pennacchi nella volta della Cappella di San Brizio, estate anno 1447, affreschi, Cattedrale di Orvieto.

    • Cristo Giudice.

    • Sedici profeti.

  • Arma Christi (Angelico e bottega), anno 1447 (intorno al), inchiostro su pergamena, Collezione Giancarlo Gallino, Torino.

  • Ascensione, Giudizio Universale e Pentecoste, anno 1447-1448 (intorno al), trittico tecnica a tempera su tavola, Galleria Nazionale di Palazzo Corsini, Roma.

  • Madonna col Bambino, anno 1449 (intorno al), Cappella Frangipane o della Maddalena in Santa Maria sopra Minerva, Roma.

  • Studio di Niccolò V, anno 1449-1450, affreschi perduti, Palazzo Apostolico, Roma.

Ultime composizioni a Firenze

  • Annunciazione, anno 1450 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Museo diocesano, Hildesheim.

  • Cristo coronato di spine, anno 1450 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Duomo di Livorno.

  • Pala di Bosco ai Frati, anno 1450-1452 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Museo Nazionale di San Marco, Piazza San Marco, Firenze.

    • Predella con Pietà e sei Santi ripresi a mezzobusto, stesso museo.

  • Trittico del Giudizio Universale, Ascensione e Pentecoste, anno 1450-1455, tecnica a tempera su tavola, Galleria Nazionale di Palazzo Corsini, Roma.

  • Trittico del Giudizio Universale, anno 1450 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, Staatliche Museen, Berlino.

  • Armadio degli Argenti, anno 1451-1453, tecnica a tempera su tavola, Museo Nazionale di San Marco, Piazza San Marco, Firenze.

  • Crocifissione con il cardinale Torquemada, anno 1451-1454, tecnica a tempera su tavola, Fogg Art Museum, Cambridge (Massachusetts).

  • San Sisto, anno 1453-1454 (intorno al), proprietà privata di Richard L. Feygen, New York.

  • Crocifissione con la Vergine, san Nicola e santa Brigida, anno 1453-1454, collocazione ignota o andato perduto.

  • Predella con Storie di san Domenico, anno 1453-1455 (intorno al), tecnica a tempera su tavola, dalla smarrita pala di Santa Croce o di San Miniato al Monte:

    • Sogno di Innocenzo III e apparizione a san Domenico di san Pietro e san Paolo, Yale University Art Gallery.

    • Disputa di san Domenico e miracolo del libro, proprietà privata.

    • Cena servita dagli angeli, Staatgalerie, Stoccarda.

La miniatura

  • Graduale 558, anno 1425 (intorno al), codice miniato da San Domenico, Museo Nazionale di San Marco, Piazza San Marco, Firenze.

  • Salterio 530, anno 1446-1454, Museo Nazionale di San Marco, Piazza San Marco, Firenze.

  • Salterio 531, anno 1446-1454, Museo Nazionale di San Marco, Piazza San Marco, Firenze.

  • Messale 533, anno 1446-1454, Museo Nazionale di San Marco, Piazza San Marco, Firenze.

  • Messale Gerli 54, Biblioteca Nazionale Braidense, Milano.

  • Crocifissione di Santa Trinita, foglio miniato isolato, Museo di Vallombrosa.

  • San Benedetto tra i santi Mauro e Placido, bas-de-page, frammento di pagina miniata(parte inferiore), proprietà privata.

  • Corale 43, Biblioteca Medicea Laurenziana, Firenze.

Il disegno

Dell’artista sono arrivati a noi molti disegni, attualmente custoditi nelle varie raccolte dei musei di tutto il mondo, tra i quali si ricordano quelle del Gabinetto dei Disegni e delle Stampe degli Galleria degli Uffizi, del Kupferstichkabinett di Berlino, del Départment des Arts Graphiques del Louvre e del Graphische Sammlung Albertina di Vienna.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *