I dipinti di Edgar Degas

Alcuni tra i dipinti più celebri di Edgar Degas

In queste pagine vengono presentate alcune fra le opere più importanti del pittore: 

Renè De Gas, 92 x 73 cm. Smith College, Northhampton
Renè De Gas, 92 x 73 cm. Smith College, Northampton
Achille De Gas Cadetto di Marina, 64 x 51 cm. National Gallery, Washington
Achille De Gas Cadetto di Marina, 64 x 51 cm. National Gallery, Washington
Esercizi di giovano spartani, 109 x 155, National Gallery di Londra
Esercizi di giovani spartani, 109 x 155, National Gallery di Londra
Degas che saluta
Degas che saluta, 91 x 72 cm. Fundaco Gulbenkian, Oeiras (altre fonti indicano il Museo Gulbenkian di Lisbona).
Testa femminile
Testa femminile, 27 x 22 cm. Museo d’Orsay, Parigi
Eugenie Fiocre nel balletto "La Source"
Eugenie Fiocre nel balletto “La Source”, 130 x 144 cm. Brooklyn Museum, New York. N. Y.
Joséphin Gaujelin, 59 x 44 cm
Joséphine Gaujelin, 59 x 44 cm. Isabella Stewart Gardner Museum, Boston
Hortense Valpincon, 73 x 110 cm
Hortense Valpincon, 73 x 110 cm. Institute of Arts, Minneapolis
M.lle Dobigny, 31 x 26 cm. Kunsthalle, Amburgo
M.lle Dobigny, 31 x 26 cm. Kunsthalle, Amburgo
Fantini davanti alle tribune
Fantini davanti alle tribune, 46 x 61 cm. Museo d’Orsay, Parigi
Signora seduta m75 x 54 cm. Museo d'Orsay, Parigi
Signora seduta, 75 x 54 cm. Museo d’Orsay, Parigi
Bambini seduti sulla soglia di una casa, 60 x 75 cm.
Bambini seduti sulla soglia di una casa, 60 x 75 cm. Ordrupgaardsamlingen, Copenaghen
Edgar Degas: Il broncio
Il broncio, 32 x 46 cm. Metropolitan Museum di New York, N. Y.
Giovane donna in poltrona,
Giovane donna in poltrona, 70 x 55 cm., National Gallery, Londra.
Scuola di ballo dell'Opera, 32 x 46 cm
Scuola di ballo dell’Opera, 32 x 46 cm, Museo d’Orsay, Parigi
La Savoiarda, 61 x 46 cm. Rhode Island School of Design, Providence
La Savoiarda, 61 x 46 cm. Rhode Island School of Design, Providence
Lezione di danza, 85 x 75 cm. Museo d'Orsay, Parigi
Lezione di danza, 85 x 75 cm. Museo d’Orsay, Parigi
Al Café Concerto "Les Ambassadeurs" 37 x 27 cm. Musée des Beaux Arts, Lione
Al Café Concerto “Les Ambassadeurs”, 37 x 27 cm. Musée des Beaux Arts, Lione
Due ballerine alla barra, 74 x 80, Metropolitan Museum, New York, N. Y.
Due ballerine alla barra, 74 x 80, Metropolitan Museum, New York, N. Y.
Ballerina che fa un saluto, 58 x 42 cm. Museo d'Orsay, Parigi
Ballerina che fa un saluto, 58 x 42 cm. Museo d’Orsay, Parigi
Pausa durante una lezione di danza, 63 x 48 cm. Art Museum, Denver
Pausa durante una lezione di danza, 63 x 48 cm. Art Museum, Denver
Modista, 99 x 109 cm., Art Institute, Chicago
Modista, 99 x 109 cm., Art Institute, Chicago
Le Tub, 70 x 70 cm., Hill Stead Museum, Farmington
Le Tub, 70 x 70 cm., Hill Stead Museum, Farmington
Donna che entra nella vasca da bagno, 55 x 74 cm
Donna che entra nella vasca da bagno, 55 x 74 cm. Metropolitan Museum, New York
Giovane donna allo specchio, 49 x 64 cm
Giovane donna allo specchio, 49 x 64 cm. Kunsthalle, Amburgo
Donna seduta sul letto che si fa pettinare
Donna seduta sul letto che si fa pettinare, 82 x 87 cm. Nasjonalgalleriet, Oslo
Ballerine fra le quinte, 65 x 70 cm., City Art Museum
Ballerine fra le quinte, 65 x 70 cm., City Art Museum, Saint Louis
Donna che indossa l'accappatoio, 70 x 57 cm
Donna che indossa l’accappatoio, 70 x 57 cm. Fogg Art Museum, Cambridge
Donna che si asciuga il collo, 62 x 65 cm. Museo d’Orsay, Parigi

Degas danse dessin – Editions Gallimard Parigi, 1938 pp 16 -17 e 19 – 20 di Paul Valery

– Ogni venerdì Degas, fedele, splendente, insopportabile, anima il pranzo da Monsieur Rouart. Emana intorno a sé lo spirito, il terrore e l’allegria. Si discerne, mima, sforna battute, apologhi, massime, trottole, tutti i segni della più intelligente ingiustizia, del gusto più sicuro, della più esclusiva passione, e insieme la più lucida. Maltratta i letterati, l’Istituto, i falsi eremiti, gli artisti “arrivati”; cita Saint-Simon, Proudhon, Racine, „ e le strampalate massime di Monsieur Ingres … Mi sembra di sentirlo. Il suo ospite, che lo adorava, lo ascoltava con un’indulgenza piena di ammirazione, mentre altri convitati, gente giovane, vecchi generali, dame silenziose impazzivano di gioia alle esercitazioni di ironia, di estetica o di violenza di quel meraviglioso creatore di “motti”.

– Si mostrò adorabile nei miei confronti, come si è con chi non esiste. Io non valevo un colpo di fulmine. Tuttavia capisco che i giovani esponenti del mondo letterario del tempo non gli ispiravano alcun affetto; Gide, che aveva incontrato proprio in quella casa, non gli andava affatto a genio. Era invece molto ben disposto verso i giovani pittori. Non è che si trattenesse dallo stroncare senza pietà le loro tele e le loro tesi, ma metteva in queste condanne una specie di tenerezza che si mescolava m modo bizzarro alla ferocia della sua ironia. Andava alle loro esposizioni; osservava anche il più piccolo indizio di talento; se l’autore era vicino, faceva dei complimenti, dava un consiglio. Degas danse dessin – Editions Gallimard Parigi, 1938 pp 16 -17 e 19 – 20 di Paul Valery.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *