"Madonna col Bambino in trono e donatore" di Carlo Crivelli

Carlo Crivelli: Polittico di Porto San Giorgio

Carlo Crivelli: Polittico di Porto San Giorgio - Madonna col Bambino in trono e donatore
Madonna col Bambino in trono e donatore, 129,5 x 54,5 cm.., National Gallery of Art, Washington.

Ritorna all’elenco opere di Carlo Crivelli

Sull’opera: “Madonna col Bambino in trono e donatore” è un dipinto autografo di Carlo Crivelli, appartenente al Polittico di Porto San Giorgio, realizzato con tecnica a tempera su tavola nel 1470 e misura 129,5 x 54,5 cm.. Il riquadro è custodito  nella National Gallery of Art, Washington. 

 Il dipinto apparteneva al riquadro centrale del polittico. Viene citato nell’inventario del 1771 con l’iscrizione “Carolus Crivellus Venetus pinxit anno 1470”, oggi andata perduta ma corrispondente ai più verosimili risultati dell’analisi stilistica dell’artista.

In precedenza apparteneva a Colnaghi che, nel 1897, lo vendette a Cook di Richmond. Dopo il 1936 apparve a Washington nella collezione Kress e quindi, dieci anni più tardi, pervenne alla National Gallery of Art di Washington.

La presente opera viene considerata dagli studiosi come lavoro di fondamentale importanza per comprendere l’evoluzione del Crivelli, che percorrendo una strada assai vicina a quella dei coevi pittori ferraresi – come afferma Adolfo Venturi nel 1914) – configura con severa coerenza l’energia del tratto e la bellezza del cromatismo, tipici nel suo linguaggio, dando il massimo della sua maestria (la migliore secondo il Longhi (1946)).

Secondo Frankfurter (1946) e Friedmann (1947) il Crivelli evita soluzioni puramente decorative enfatizzando l’interesse per i simboli cristiani, quelli che rappresentano la morte e la spirituale fecondità, come delfini, mele, conchiglie, grappoli, cocomeri, ai quali l’artista conferisce un’eccezionale e fantastica intensità. Dal linguaggio il dipinto si avvicina al polittico di Massa Fermana e quindi collocabile nel periodo immediatamente successivo.

Nella figura del donatore viene generalmente identificato Giorgio Albanese, il committente del polittico. Secondo lo Zampetti (1961) la corona ai piedi della Madonna rappresenta il simbolo delle nobili origini del donatore.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *