La tomba di Amenmose (kv10)

I dati della tomba in esame:

  • Località: Valle dei re

  • Sigla della tomba: KV10

  • Titolare della tomba: Amenmose

  • Dinastia: XIX

  • Periodo: 1202 – 1199 a. C.

  • Lunghezza: Intorno ai ai 75 metri.

  • Note sul sarcofago: –

  • Data della scoperta: Nel dicembre 1907.

  • Note sullo scopritore:  David Jones

La KV10 fu scavata in origine per ospitare la mummia del faraone Amenmose, l’usurpatore che molto probabilmente si sostituì a Sethy II (si ipotizza anche un suo regno parallelo a quello del “presunto” sovrano usurpato). Infatti i cartigli scalpellati che si trovano nella tomba (quest’ultima in cattivo stato di conservazione) ne testimoniano in pieno la titolarità. La storia di questo tiranno, già viceré di Nubia, appare alquanto incerta, e si ipotizza che avesse fomentato una rivolta in tutta la provincia per salire al trono, rimanendoci per tre anni. Verosimilmente, la sepoltura di Amenmose non fu mai portata a compimento nella KV10, altresì, nessuna documentazione storica o archeologica possono dimostrare che il corpo del faraone “tiranno” vi sia mai stato effettivamente sepolto. Certo è che nella tomba in esame fu sepolta la regina Takhat appartenente alla XX dinastia (durante lo sterro per la realizzazione della tomba KV11, destinata a Sethnakht, gli addetti ai lavori casualmente abbatterono una parete, scoprendo la KV10, probabilmente vuota). Questo riutilizzo comportò una radicale modifica delle decorazioni parietali già esistenti per configurarle ad una sepoltura femminile. Le stesse  decorazioni, ormai quasi perse del tutto a causa dell’incuria e soprattutto dalle numerosissime inondazioni avvenute nel corso dei millenni, ancora “leggibili” nel XIX secolo, furono in parte ricopiate.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *