La belle Angèle di Paul Gauguin

Paul Gauguin

La belle Angele
La belle Angele, cm. 92 x 72, Museo d’Orsay, Parigi.

Opera successiva

Sull’opera: “Angele Satre (La belle Angele) è un dipinto autografo di Paul Gauguin realizzato con tecnica ad olio su tela nel 1889, misura 92 x 72 cm. ed è custodito nel Museo d’Orsay a Parigi.

L’opera presenta in basso sulla sinistra la scritta “La Belle Angele / P. Gauguin 89”. L’idolo collocato sulla sinistra compare anche nella “Giovane donna bretone” una composizione realizzata nello stesso anno. Vincent Van Gogh, in una lettera del 5 settembre 1889 a Théo, riferendosi all’opera in esame scriveva: “è un ritratto disposto sulla tela come le grosse teste nei crespi giapponesi, c’è il busto dell’effigiata e poi il fondo.

 È  una bretone seduta, con le mani giunte, abito nero, grembiule lillà e collaretta bianca, cornice grigia e fondo di un bei blu lillà con fiori rossi e rosa. L’espressione della testa e l’atteggiamento sono ben trovati. La donna sembra un po’ una giovane mucca, ma c’è qualcosa di cosi fresco e, ancora, contadinesco, che è bello a vedersi”.

Gauguin voleva donare l’opera all’effigiata – la signora Satre – sposata con un uomo che da pochissimo tempo era diventato sindaco di Pont-Aven, ma essa categoricamente la rifiutò. Il dipinto fu acquistato da Edgar Degas al prezzo di 450 franchi alla vendita organizzata a Parigi nel 1891 dallo stesso Gauguin. Nel marzo del 1918 il dipinto fu messo all’asta insieme alla collezione di Degas, e fu aggiudicato per 3.200 franchi. Il nuovo proprietario, Vollard, poco tempo dopo, lo offrì al Louvre. Dal Louvre passò nel Museo d’Orsay.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *