Riassunto 00-15 sulle evoluzioni delle ciiviltà dal 3000 alla nascita di Cristo

BREVE PANORAMICA SULLE EVOLUZIONI DELLE CIVILTÀ

Pagine correlate: Arte iranica – Arte anatolica – Arte dell’antico oriente – Arte cinese – Arte dell’antico Egeo – Inizio del riassunto correlato – Civiltà elleniche ed italiche.

SUMER: Nascita e forti sviluppi delle città-stato di Ur, Lagash e Mari tra il 2800 ed il 2500 a.C. Edificazioni di mura di cinta fortificate, edifici sacri in mattoni su alte piattaforme e ziqqurat. Opere scultoree dalle forme aggraziate, modello della Mesopotamia.

INDIA: Si sviluppa nel 3000 a.C. la prosperosa civiltà dell’Indo, nei centri di Harappa e Mohenjo-daro. Una popolazione tecnicamente progredita: caratteristica è la creazione di sigilli in steatite con rappresentazione di animali e di animate statuette in terracotta.

SUSA: Nasce nel 4000 a.C. la civiltà elamitica. La sua produzione artistica è soprattutto la ceramica decorata con temi a carattere realistico del mondo vegetale ed animale, in campitura geometrica.

EGITTO: Durante il periodo dei faraoni della IV dinastia, che va dal 2723 al 2536 a.C., viene inaugurata una nuova tipologia di costruzione delle piramidi – quella a facciata spianata e forma triangolare – soppiantando quella a grandi scaloni. Rilevante è il progresso nel campo della pittura in policromia su supporti piani ed a rilievo, con una raccolta  iconografica derivata quasi totalmente dallo svolgimento della vita quotidiana.

EGEO: Ha origine nell’Egeo verso il 2400 a.C. la cultura artistica delle Cicladi. Vasellame ornato con tratti a spirale, divinità e figure di suonatori di coinvolgente astrazione raffigurati  nel marmo di Paro.

ANATOLIA: Intorno al 2600 a.C., creazione e lavorazione di oggetti in oro filigranato e laminato, in argento ed elettro, straordinariamente plasmati, come quelli che vengono riferiti al “Tesoro di Priamo”, rinvenuto nel secondo livello di Troia.

SIRIA: Intorno al 2400 a.C., si sviluppa ulteriormente ad Ebla e in tutta l’area settentrionale del paese, una urbanizzazione già molto progredita e caratteristica. Notevole è la produzione di vasi in ceramica, collane bracciali e gioielli in genere, armi in bronzo e portafortuna intagliati in avorio. Caratteristiche sono le realizzazioni di oggetti di venerazione, frequentemente rettangolari, composte da due vasche combacianti, con abbondanti decorazioni a rilievo su tre lati.

CRETA: Dal 2000 a.C. nasce e si sviluppa una civiltà urbana molto articolata. Vengono costruiti i palazzi reali a Phaistos. Nel campo della ceramica si trasmette con forza l’elegante linguaggio artistico stile Kamares.

AKKAD: Nel periodo che va dal 2350 al 2150 a.C Akkad è al centro di una grande rivoluzione artistica-culturale legata alla nascita del primo impero mesopotamico. Si riscontrano nelle opere in rilievo di questo periodo  libertà di espressione artistica, di composizione e un animato realismo.

BABILONIA: Grande sviluppo artistico-culturale durante il regno degli Hammura (1792-50 a.C).

ANATOLIA Nel 1200 a.C. avviene l’aggressione dei Popoli del Mare e la distruzione dell’impero degli ittiti compresa la sua maestosa capitale Hattusa. Negli insediamenti ittiti della Siria si assiste alla nascita di una caratteristica proliferazione artistica, in cui si combinano elementi semitici, ittiti e con un’influenza sempre maggiore della cultura assira.

CINA: Sotto la dinastia degli Shang-Yin dal 1770 al 1025 a.C. si assiste ad un grande sviluppo artistico. Molto variegata è la creazione di vasellame raffigurante celebrazioni religiose, decorata con figure di animali – molto spesso mostruose – come draghi, fenici e creature orribili, frutto della fantasia, su un sfondo quasi sempre geometrico. Molto articolate sono le tecniche, soprattutto quella della fusione a stampo o a cera persa.

EGEO: Si dissolve intorno al 1100 a.C. la cultura artistica micenea, rinata nel 1425 a.C. sulle ceneri della tradizione minoica. Appartengono al XII secolo a.C. gli affreschi del secondo palazzo di Tirinto, raffiguranti scene di caccia e di guerra.

ASSUR: Ha un forte sviluppo fra il 900 e il 550 a.C. un’arte con caratteristiche laiche. Le opere celebrano le imprese belliche dei regnanti. I bassorilievi della cultura assira rappresentano la nascita dei cicli narrativi della storia dell’arte.

IRAN: Dario I nel 518 a.C. fonda la città di Persepoli. L’architettura è maestosa e monumentale; vi si fondono in essa elementi assiri per quanto riguarda la decorazione con rilievi celebrativi, elementi sumerici nello stile e rigidità ed elementi caratteristici achemenidi (sala a colonne).

CITTA-STATO FENICIE: Nel periodo tra il 900 e il 550 a.C., nasce e prende forza un’arte eclettica con esiti caratteristici nella creazione di statuine in materiale bronzeo e terracotta.

CINA: Durante i Regni Combattenti (481-221 a.C.), sotto la dinastia Chan-Kuo, molto sviluppata è la produzione di animali in bronzo raffinatamente elaborati in stile ageminato. Con la dinastia Chin (221-206 a.C.) ha origine un un nuovo realismo naturalistico nel campo della terracotta con rappresentazioni di figure umane e animali. Nasce la Grande Muraglia cinese.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *