Il Settecento delle Arti gli avvenimenti di rilievo (1600 – 1700)

Il Settecento delle Arti gli avvenimenti di rilievo (Seicento – Settecento)

1598:  Finiscono le guerre di religione in Francia con l’editto di Nantes; la religione cattolica è considerata come religione ufficiale. Inoltre viene concessa agli ugonotti la libertà di esercitare il loro culto.

1603; L’Inghilterra vede l’ascesa al trono di Giacomo I, figlio di Maria Stuart.

604: L’artista olandese Van Mander lancia il suo Libro della pittura, con dentro una raccolta biografica di artisti del nord elaborata sul modello del Vasari. A Parigi nasce il progettodella Piace Royale, l’odierna Piace des Vosges.

1616: Viene posto all’Indice il “De rivolutionibus orbitim coelestium” di Keplero perché dà fastidio a qualcuno.

1624: La politica francese incomincia ad essere guidata dal cardinale Richelieu che diventa primo ministro.

1625: Pieter Van Laer, di origine e denominato il Bamboccio, vive ed è attivo a Roma e dai suoi lavori ha origine il la colonna portante della pittura in costume degli artisti “Bamboccianti“.

1630: Viene edito il Dialogo sopra i massimi sistemi del grande ed incompreso scienziato Galileo Galilei. 

Dal 1633 al 1639: Pietro da Cortona è impegnato nell’affresco della cupola a Palazzo Barberini in Roma che prenderà il nome del ” Trionfo della Divina Provvidenza”.

1643: Luigi XIV, detto il Re Sole sale al trono francese, ma con la reggenza della mamma Anna d’Austria.

1644: Si insedia regina Cristina di Svezia ed inizia il suo governo.

1648: Finisce la lunga e cruenta “Guerra dei trent’anni” con i trattati di Vestfalia”. La Spagna riconosce in a tutti gli effetti la sovranità delle Province Unite.

1656: È l’anno della nascita del grande Fischer von Eriach, il più famoso architetto austriaco.

1664: Muore Zurbaràn. Egli è stato un grande esponente del “secolo d’oro” dell’arte spagnola nel campo della pittura.

1665: Il Bernini va a Parigi per eseguire l’ampliamento del famosissimo Louvre.

1666: Londra, è distrutta in gran parte da un orribile e devastante incendio.

1682: La corte di Luigi XIV si sposta nella reggia di Versailles.

683: Vienna viene assediata dai Turchi.

1700: Alla morte del re di Spagna Carlo II d’Asburgo subentra per testamento Filippo V, nipote di Luigi XIV. A Cremona è attivo il grande e celebre liutaio Stradivari. I suoi violini oggi hanno un valore altissimo.

1703: Pietro il Grande zar della Russia  fonda Pietroburgo.

1707: Nasce il regno della Gran Bretagna con l’unione di Scozia ed Inghilterra.

1708: l’alchimista Bottger inventa  un miscuglio che ancor oggi avvaloriamo. Questo impasto si chiama porcellana e si diffonde a macchia d’olio in tutta l’Europa rococò.

1715: Inizia in Francia, sotto la reggenza di Filippo d’Orléans, il regno di Luigi XV.

1720: Nasce Piranesi, noto soprattutto per le sue incisioni di sensibilità preromantica consacrate all’antica Roma.

1722: Si progetta e si da inizio alla costruzione del Palazzo del Belvedere di Von Hildebrand a Vienna.

1725: Francois de Cuvilliès famoso e raffinato interprete della decorazione rococò si trasferisce a Monaco come architetto di corte.

1740: Sale al trono di Prussia Federico II, grande testimonianza del dispotismo illuminato del Settecento.

1746: Nasce Francisco Goya, grande e sensibile pittore spagnolo, esponente centrale dell’evoluzione artistica a cavallo fra il Settecento e l’Ottocento.

1750: Muore Juste-Aurèle Meissonnier, grande decoratore, architetto ed incisore francese, primo creatore e grande rappresentante del gusto rocaille.

1754: Termina la costruzione palazzo di Kungliga a Stoccolma.

1756: Nasce a Salisburgo Wolfgang Amadeus Mozart uno dei più grandi musicisti e compositori di tutti i tempi.

1762: Caterina II la Grande è incoronata al trono di Russia.

1769: Watt inventa e brevetta la macchina alternativa a vapore.

1770: Incomincia a dilagare lo stile Luigi XVI nel campo dell’arredamento.

1775: Ha inizio nella città di San Pietroburgo la realizzazione del famoso Ermitage, progettato da Feliten.

1785: Muore Pietro Longhi pittore italiano.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *