"Capriccio con palazzo, porticato e loggiato e fontana monumentale" di Bellotto

Bellotto

Bellotto: Capriccio con palazzo, porticato e loggiato, fontana monumentale e il Vojoda Potocki
Capriccio con palazzo, porticato e loggiato, fontana monumentale e il Vojoda Potocki, cm. 153,5 x 113,5, Museum of Art di el Paso Texas.

Opera successiva

Sull’opera: “Capriccio con palazzo, porticato e loggiato, fontana monumentale e il Vojoda Potocki” è un dipinto autografo di Bernardo Bellotto, realizzato con tecnica a olio su tela nel 1763-64, misura 153,5 x 113,5 cm. ed è custodito nella Museum of Art di el Paso (Texas). 

 In basso a destra appare la scritta: “Bernard. BELOTTO. DE. CANALETTO.”.

Il dipinto non era noto fino al 1949, anno in cui venne introdotto in un’asta londinese di Christie da R. Adeane (Babraham Hall [Cambrldge]). Pochi anni dopo, nel 1954, Suida gli attribuì il periodo del soggiorno di Varsavia (1767-80) per la presenza indiscutibile del vojoda Franciszek Salezy Potocki e suo Stanislaw Szczesny.

Lorentz – in un intervento privato, prima del 1960 – fece presente che l‘apparente età del giovane, nato nel 1752, non permetteva di pensare ad una datazione posteriore al 1764, cosicché la tela doveva essere stata realizzata a Dresda anziché in Polonia, durante una permanenza in quella città del voioda. Si pensa che quest’ultimo possa avere trasferito il dipinto in Ucraina, da dove fu riportato in Occidente durante la guerra del 15-18. La cronologia così postdatata è più verosimile anche per le affinità stilistiche con il “Capriccio, con palazzo e porticato e autoritratto” (Contini Bonacossi, Firenze), di cui si conosce con sicurezza l’anno di realizzazione, 1765.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *