Il "Volo e la Caduta di Sant’Antonio"  di Hieronymus Bosch

Hieronymus Bosch: Trittico delle tentazioni

Hieronymus Bosch: Trittico delle tentazioni - Raffigurazione nell'interno dell'anta sinistra: Il Volo e la Caduta di Sant'Antonio
Raffigurazione nell’interno dell’anta sinistra (anta sinistra aperta): Il Volo e la Caduta di Sant’Antonio, 131,5 x 53 cm.

Ritorna all’elenco opere di Bosch

Sull’opera: Il “Volo e la Caduta di Sant’Antonio” è un dipinto autografo di Bosch, facente parte della serie del “Trittico delle tentazioni” – anta sinistra – realizzato con tecnica a olio su tavola nel 1505-06, misura 131,5 x 53 cm. ed è custodito nel Museu Nacional de Arte Antiga a Lisbona. 

 La raffigurazione degli episodi è nell’interno dello scomparto di sinistra, visibile quando quest’ultimo è aperto. Sant’Antonio viene trascinato da demoni in volo, e quindi, dopo la caduta, soccorso dai compagni, secondo la “Leggenda aurea” ed il racconto di S. Atanasio.

La struttura compositiva della tavola – secondo il Combe – viene articolata in un incedere di piani a zigzaganti dal basso all’alto, dove si evidenzia la volontà dell’artista di voler differenziare i piani prospettici delle due tavole laterali da quelli della composizione centrale.

Il gruppo delle figure in volo rappresenta – in senso religioso – una nota stonata, tipica dell’estro compositivo dell’artista. Il volo viene raffigurato in un spazio indefinito, in un vago “a piombo” inserito fra il primo piano – dove è caduto il Santo – ed il magnifico sfondo col mare dove appaiono imbarcazioni, tra le quali una in fase di affondamento (per il Combe la tragica scena della nave dovrebbe simboleggiare nell’artista il naufragio dell’anima, proprio come l’albero troncato della nave in volo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *