"Varsavia – la Vistola al castello reale dal sobborgo di Praga" di Bellotto

Bellotto

Bellotto: Varsavia - la vistola al castello reale dal sobborgo di Praga
Varsavia – la Vistola al castello reale dal sobborgo di Praga, cm. 171,5 x 259,5, Muzeum Narodowe di Varsavia.

Opera successiva

Sull’opera: “Varsavia – la Vistola al castello reale dal sobborgo di Praga” è un dipinto autografo di Bernardo Bellotto, realizzato con tecnica a olio su tela nel 1770, misura 171,5 x 259,5 cm. ed è custodito nel Muzeum Narodowe di Varsavia. 

 In questo dipinto il Bellotto si autoritrae (a sinistra in basso con il figlio Lorenzo e, probabilmente, il genero de Perthées). L’inventario della galleria redatto nel 1795 infatti parla di tale auto-raffigurazione.  L’artista sta dialogando con re Stanislao Augusto mentre realizza la veduta.

Sulla tela che sta sul cavalletto si legge la scritta: “Prospectus Varsaviae incipiendo de Villa / nova usque ad Palatium Comitis Sa/piehae cum inclusa parte Pragae trans / flumen depictus per B. B. de Canaletto / A.° 1770”.

L‘opera in esame appartiene alla serie a cui fa capo la tela intitolata “Varsavia – la porta di ferro, dalle caserme di Mirow” (già Varsavia, Castello reale) risultandone uno dei ‘pezzi’ più pregiati per la particolare spettacolarità. Il Bellotto stesso decise di realizzare la relativa acquaforte (1772) con alcune varianti nella posizione del grande albero a sinistra e del corteo reale.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *