"San Pietro e il donatore"  di Hieronymus Bosch

Hieronymus Bosch: Trittico dell’Epifania

Hieronymus Bosch: Trittico dell'Epifania - San Pietro e il donatore
Trittico dell’Epifania – San Pietro e il donatore –   anta sinistra (raffiguraz. interna), cm. 138 x 33. Museo del Prado a Madrid.

Ritorna all’elenco opere di Bosch

Sull’opera: “San Pietro e il donatore” è un dipinto autografo di Bosch, facente parte della serie del “Trittico dell’Epifania” – anta sinistra, raffigurazione interna – realizzato con tecnica a olio su tavola nel 1510, misura 138 x 33 cm. ed è custodito nel Museo del Prado a Madrid.

 Il dipinto è steso sulla faccia interna dell’anta sinistra, visibile quando questa è aperta, e raffigura San Pietro con il donatore inginocchiato. Lo stemma di famiglia permette l’identificazione quest’ultima figura con Pietro Bronckhorst (Lafond, 1914). Sopra l’emblema araldico si legge la frase “Een voer al” che tradotta in italiano significa “Uno per tutti”.

In secondo piano appare San Giuseppe che, sotto una precaria tettoia sistemata sulla facciata interna d’un edificio pagano (secondo la Brand-Philip si tratta invece del distrutto palazzo di Davide o Salomone), vicino ad un fuocherello, fa asciugare i panni del bambino. Un tema quest’ultimo di primitiva ingenuità che per il Tolnay è frequente nella pittura di van Eyck.

Il rospo raffigurato in equilibrio sulla chiave di volta della porta, la danza paesana alla note della cornamusa, i diavoli che spuntano fra i piedritti, simboleggerebbero il male persistente nel mondo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *