Il giorno, un’opera del Correggio

Correggio

Correggio - Il giorno
Il giorno (Madonna di San Gerolamo), assieme di 205 x 141 Parma Galleria.

Sull’opera: “Il giorno (Madonna di San Gerolamo)” è un dipinto autografo del Correggio realizzato con tecnica ad olio su tavola nel 1527 – 1528, misura 205 x 141 cm. ed è custodito Nella Galleria di Parma.

Nell’opera, oltre alla Madonna con il Bambino, vengono raffigurati San Gerolamo col leone (alla sua destra in primo piano), la Maddalena, il Battista fanciullo ed un angelo. Uno dei due titoli (Il Giorno) rappresenta il contrapposto a quello de “La Notte (Gemäldegalerie, Dresda) di cui l’opera in esame viene considerata a tutti gli effetti una “pendant”. Secondo una testimonianza del Tiraboschi, andata distrutta (o semplicemente perduta), il dipinto fu commissionato al Correggio nel 1523 da donna Briseide Colla (vedova Bergonzi) per la propria cappella nella chiesa di Sant’Antonio a Parma, stabilendo una parcella di quattrocento lire imperiali più beni in natura come cascine, frumento ed un intero maiale. Agli inizi del Settecento, quando le autorità ecclesiastiche decisero di far demolire la chiesa di Sant’Antonio, l’opera fu portata nella canonica della stessa, ma fu presentimento comune che potesse essere venduta con troppa facilità. Infatti correva voce di potenziali acquirenti, tra i quali anche personaggi potenti come Augusto III di Sassonia. Per questa ragione fu portata nel Capitolo del Duomo, e pochi anni più tardi trasferita nell’Accademia artistica, quindi acquistata dal governo di Parma. Dal 1796 al 1816 il dipinto venne trasferito in Francia come parte del bottino napoleonico. Per quanto riguarda la cronologia, gli studiosi concordano all’unanimità sul biennio 1527 – 1528.
particolare del Giorno
particolare del Giorno




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *