"Sette opere di misericordia" di Caravaggio

Michelangelo Merisi

Il Caravaggio: Sette opere di misericordia
Sette opere di misericordia, cm. 390 x 260, Chiesa del Pio Monte della Misericordia, Napoli.

Opera successiva

Sull’opera: “Sette opere di misericordia” è un dipinto realizzato tra il 1606 ed il 1607 con la tecnica ad olio su tela, misura 390 x 260 cm. ed è custodito a Napoli nella Chiesa del Pio Monte della Misericordia.

La composizione in esame fu commissionata dalla stessa congregazione  del Pio Monte alla quale era iscritto anche Luigi-Carafa-Colonna (lo stesso presupposto committente della Madonna del Rosario.

Nel dipinto sono raffigurati le sette opere di misericordia:

  1. Seppellire i morti: È raffigurato sulla destra il trasporto di un cadavere di cui si vedono soltanto i piedi nudi.

  2. Visitare i carcerati: Cimmone condannato a morte per i morsi della fame in galera fu nutrito dal latte della figlia Pero e poi graziato proprio per questa ragione.

  3. Dar da mangiare agli affamati: comprende la stessa raffigurazione del carcerato alimentato dalla figlia.

  4. Vestire gli ignudi: L’immagine di un cavaliere (in questo caso un San Martino di Tours) che offre il mantello ad un uomo raffigurato con le spalle completamente nude in atteggiamento michelangiolesco.

  5. Curare gli infermi: Sempre a San Martino è collegata la figura in basso dello storpio.

  6. Dar da bere agli assetati: Sansone che beve dalla mascella i un asino.

  7. Ospitare i pellegrini: l’uomo sul lato estremo sinistro che sta indicando qualcosa all’esterno ed un altro con l’attributo della conchiglia sul cappello sono riconoscibili come un pellegrini. La conchiglia sul cappello è il simbolo del pellegrinaggio a Santiago de Compostela.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *