La "Cattedrale di Saint-Pierre di Angoulême"

Cattedrale di Saint-Pierre di Angoulême

Cattedrale di Saint-Pierre di Angoulême
Nella foto di sopra: la facciata della Cattedrale

Ritorna all’elenco delle chiese nel presente sito web

Sulla chiesa in esame: La “Cattedrale di Saint-Pierre di Angoulême”, fu progettata dal Vescovo Gerard II, si trova ad Angoulême, fu costruita nel secolo XII ed è di stile “Romanico francese”.

La Cattedrale di Saint-Pierre si trova ad Angoulême, nella Francia centro-occidentale, è la sede del Vescovo di Angoulême ed è un chiaro esempio di stile Romanico francese.

  STORIA

La prima cattedrale fu edificata nel IV secolo, ma qualche anno dopo l’edificio venne distrutto in seguito all’arrivo di Clodoveo (re dei Franchi) ad Angoulême, nel 507. Se ne ricostruì un’altra che venne consacrata nell’anno 560, ma anche in questo caso venne irrimediabilmente danneggiata dal fuoco appiccato, con tutta probabilità, dai Normanni. Un terzo edificio sacro fu costruito dal Vescovo Grimoard e venne consacrato nel 1017. Con il passare del tempo però, la chiesa risultò troppo piccola, così nel XII secolo fu realizzata una grande cattedrale, i cui lavori iniziarono nel 1110 e terminarono intorno al 1128. Il progettista fu il Vescovo Gerard II, che oltre ad essere un legato papale era anche un artista di valore. Nei secoli successivi mutò l’aspetto del luogo di culto, per esempio, una delle torri campanarie fu distrutta a causa delle guerre di religione che esplosero nel XVI secolo, mentre altre modifiche furono conseguenza della ristrutturazione del XIX secolo di Paul Abadie, durante la quale eliminò tutti i rimaneggiamenti successivi al XII secolo. Comunque, nonostante tutti i “ritocchi”, la facciata nel suo complesso, risulta medievale.

ESTERNO

La facciata sviluppa due particolari temi: l’Ascensione e il Giudizio Universale, e per tale scopo furono utilizzate più di settanta sculture. Cristo è raffigurato all’interno di una “vesica piscis” (mandorla), mentre due angeli mostrano agli apostoli la visione celeste. Tutte le facce dei fedeli rivolgono lo sguardo al loro Signore mentre i dannati soffrono per le loro colpe. Su quella facciata sono rappresentate anche scene meno attinenti alla religione, come per esempio scene di caccia (a destra del portale) o scene di vita quotidiana. Compare un solo grande portale ed una monofora immediatamente sopra a questo. INTERNO Ha una pianta a croce latina. È costituita da una sola navata, un transetto piuttosto lungo con alte torri a nord e a sud, e un’abside semicircolare con quattro piccole absidi. All’incrocio tra navata e transetto c’è una grande cupola che ha sostituito quella distrutta nel XVI secolo, durante l’assedio dei protestanti. All’interno, la navata è coperta da tre cupole di stile romanico.

Nulla è rimasto dell’arredamento originale.

Serena




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *