La "Basilica di San Castore"

Stiftskirche St. Castor (Apsis)

Basilica di San Castore (Coblenza)
Basilica di San Castore (Coblenza)

Ritorna all’elenco delle chiese nel presente sito web

 Sulla chiesa in esame: La “Basilica di San Castore”, fatta edificare dall’arcivescovo di Treviri, si trova a Coblenza (Germania), fu costruita nel secolo XII ed è di stile “romanico tedesco”. 

 La Basilica di San Castore si trova a Coblenza, nella Germania occidentale, ed oltre ad essere la più antica chiesa di quella città, è una costruzione romanica.

 STORIA

La prima costruzione religiosa realizzata nel sito dell’attuale basilica, fu una chiesa carolingia, che venne consacrata nell’anno 836 e alla cui cerimonia partecipò anche il re Ludovico il Pio. Fu dedicata a San Castore (Castor von Karden), che pare sia stato un eremita ed abbia vissuto insieme ad alcuni compagni nei pressi della Mosella nel IV secolo e poi sia divenuto santo della chiesa cattolica. Sembra inoltre, che proprio in questa basilica sia stato firmato il Trattato di Verdun, con il quale i tre figli di Ludovico il Pio si divisero l’Impero Carolingio. A partire dal 1158 quest’edificio venne ulteriormente ingrandito, infatti vennero aggiunte due guglie, un coro e due campanili di dimensioni inferiori. L’attuale basilica fu consacrata nel 1208 e solo alcune delle parti costruite tra il X e il XII secolo possono ancora essere ammirate.

ESTERNO La basilica è cruciforme e presenta quattro torri, due torri più massicce ad ovest e due più sottili ad est. Fu una dei primi luoghi di culto ad avere una facciata a doppia torre e nel centro di essa si trova il portale occidentale, sul quale compare una nicchia in cui è collocata la statua di San Castore. La parte più antica è costituita dalle torri occidentali che hanno ben sette piani e nelle quali si trovano le campane. I primi cinque piani furono costruiti in stile romanico mentre gli altri due furono costruiti nel XVII secolo.

INTERNO Ha tre navate, due laterali ed una centrale, un’abside, un coro ed un transetto. All’interno è possibile vedere le tombe degli arcivescovi (e principi elettori di Treviri) Kuno von Falkenstein (1388) e Werner von Königstein (1418), un crocifisso in bronzo del 1685 sopra l’altare maggiore e diverse opere pittoriche risalenti al periodo tra l’XII e il XVIII secolo. Nell’abside è esposto anche un dipinto della Santissima Trinità risalente al 1849.

Serena




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *