La "Cattedrale di Toledo"

Nella foto: la facciata della Cattedrale di Toledo

Cattedrale di Toledo
Cattedrale di Toledo

Ritorna all’elenco delle chiese nel presente sito web

Sulla chiesa in esame: la “Cattedrale di Toledo”, iniziata sotto l’arcivescovo Rodrigo Jiménez de Rada, si trova a Toledo, fu costruita nel secolo XIII ed è di stile “gotico spagnolo”. 

 La Cattedrale di Toledo, meglio definita come Cattedrale Primaziale di Santa Maria, dedicata alla Vergine Maria, è situata a Toledo, una città nel centro della Spagna ed è un significativo esempio di stile gotico spagnolo.

STORIA

La Cattedrale di Toledo si trova su un sito sul quale in passato sorgeva una grande moschea e che in precedenza era stato occupato da una chiesa visigota, ai tempi del primo arcivescovo di questa città: Sant’Eugenio. Dopo l’occupazione musulmana, detta città venne conquistata nel 1085 dal re Alfonso IV. Nel dicembre del 1086 la moschea venne intitolata alla Vergine Maria e vennero effettuati dei lavori per utilizzarla per il culto cristiano, infine nel 1088, il papa Urbano II la dichiarò “cattedrale primaziale”. Nel 1222, papa Onorio III dette l’autorizzazione di costruire una nuova cattedrale a Toledo, così i lavori iniziarono nel 1226 e furono seguiti prima dall’architetto francese Martin e alla sua morte da Pedro Pérez. Ruolo importante in questo contesto fu svolto anche dall’arcivescovo Rodrigo Jiménez de Rada, tanto che alcuni lo hanno ritenuto un progettista della cattedrale. Molti furono i lavori effettuati all’interno e all’esterno della cattedrale nei secoli successivi, tra i tanti possiamo ricordare la costruzione del mausoleo rinascimentale voluto dal cardinal Mendoza nel XVI secolo.

ESTERNO

La facciata presenta tre portali gotici, scolpiti tra il 1418 e il 1450: quello a sinistra è denominato “Porta dell’Inferno”, quello centrale “Porta del Perdono” ed infine l’ultimo, quello di destra, “Porta del Giudizio Finale”. Sopra il portale centrale è collocato un timpano, nel quale è raffigurata la Vergine Maria che porge al santo patrono di Toledo, sant’Ildelfonso, una veste. In tutto l’edificio compaiono otto portali. La torre campanaria che si trova a sinistra dell’edificio sacro, si compone di due parti, una forma quadrata alla base e una ottagonale del XVII secolo posta sopra.

INTERNO

La cattedrale è composta da cinque navate, 88 colonne, transetto e doppio deambulatorio. È lunga 120 metri, larga 59 metri, con un’altezza di poco superiore ai 44 metri. Il coro (Capilla Mayor) collocato nel centro della cattedrale, costituisce la parte più antica dell’intera chiesa e nel suo interno si trova il doppio deambulatorio. Il coro è racchiuso da due griglie realizzate in pietra traforata, sulle quali si trovano delle statue e un coro di angeli. All’interno della cattedrale compaiono inoltre delle belle vetrate del XV e del XVI secolo (due per esempio si trovano anche sui portali nord e sud) e circa una ventina di cappelle che ospitano tombe di personaggi importanti. Le cappelle più importanti sono: la Capilla de los Reyes Nuevos (Cappella dei Nuovi Re), la Capilla de Santiago, la Capilla Mozárabe…Di notevole importanza è l’opera creata tra il 1729 e il 1732 dall’architetto spagnolo Narciso Tomé denominata “El Transparente” (Il Trasparente). È un complesso scultoreo realizzato in marmo e alabastro, in stile tardo barocco spagnolo, collocato nel deambulatorio della cattedrale, proprio dietro l’altare principale.

Serena




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *