Pittore Agazzi Ermenegildo

Agazzi Ermenegildo (1866 – 1945): biografia

Agazzi Ermenegildo - Figura femminile di pastorella
Sopra, un quadro dell’artista: Figura femminile di pastorella, olio su tela, anno 1923, Musei civici di Como.

Agazzi Ermenegildo, fratello di Rinaldo, nacque a Mapello (Bergamo) il 24 luglio 1866.

Studiò Arte presso l’Accademia Carrara di Bergamo alla scuola di C. Tallone.

Più tardi si recò a Milano, dove, nel 1886, esordì con alcune sue opere a Brera, riscuotendo ampi consensi dal pubblico nonostante il suo distacco dalle locali correnti dominanti (la scapigliatura, ancora fortemente sostenuta dai suoi ultimi epigoni, i perduranti echi della riforma cremoniana e l’imminente avanzamento divisionista) e la sua sfacciata aggressività coloristica dagli effetti brillanti, talvolta personalizzati all’eccesso.

Partecipò a diverse manifestazioni nazionali ed internazionali ottenendo ampi riconoscimenti: nel 1900 fu premiato a Parigi con una medaglia d’oro (per il dipinto “Testa d’uomo”, attualmente nella Galleria d’arte moderna di Milano, dove si possono ammirare anche due suoi paesaggi); nel 1901 a Milano, nel 1910 a Bruxelles; nel 1915 ancora a Milano con il Premio Baragiola; nel 1928 sempre nella stessa città con il Premio Fornara. Nel 1938 ottenne la medaglia d’oro del ministero dell’Educazione nazionale.

Partecipò, nel 1931, alla prima manifestazione “Quadriennale” romana e ad otto edizioni della “Biennale di Venezia” (comprese tra il 1899 e il 1928).

Nel 1930 allestì una mostra personale a Milano ove presentò ottanta opere.

Fu ucciso il 25 ottobre 1945 a Bergamo subendo una rapina.

Bibliografia:

  • Catalogo di opere d’arte in vendita alla Galleria Pesaro, Milano, anno 1913.

  • [M. Rava], Società Amatori e cultori di Belle Arti. 83ª Esposizione. Roma 1914, Milano 1914, anni 1913-14;

  • G. Marangoni, Artisti contemporanei: E. A., in Emporium, XLVI anno 1917.

  • C. Carrà, in L’Ambrosiano, anno 1924.

  • R. Viviani, E.A., in La Festa, anno 1924;

  • Presentata da R. Giolli, Mostra di E.A. alla Galleria Milano, Milano, anno 1930.

  • comune di Milano, Comune di Milano. Galleria d’arte moderna. I dipinti, I, Milano, anno 1935;

  • V. Costantini, Scultura e pittura italiana contemporanea, Milano, anno 1940;

  • L. Agliardi; A. Locatelli Milesi, Commemorazione di E. A. al Premio Fra’ Galgario in Bergamo, Bergamo, anno 1945.

  • C. Carrà, Il pittore assassinato, in Milano Sera, anno 1946 (edizione del 16 marzo);

  • E. A.: Scritti di Carrà, Cerrina, Giolli, Zucchelli, a cura dello stesso N. Zucchelli, Bergamo, anno 1946.

  • R. Bassi-Rathgeb, I pittori Rinaldo e E. Agazzi, Bergamo, anno 1947.

  • E. A., Mostra postuma, alla Galleria dell’Annunciata, Milano, anno 1948 (19 marzo).

  • E. Lavagnino, L’arte moderna, II, Torino, anno 1956.

  • U. Thieme-F. Becker, Allgem. Lexikon der bildenden Künstler. I.

  • Enciclopedia italiana e II Appendice.

  • A. M. Comanducci, Dizionario illustrato dei pittori e incisori italiani moderni, I, Milano, anno 1945.

  • U. Galetti-E. Camesasca, Enciclopedia della pittura italiana, I.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *