Andrea del Sarto

Andre del sarto - autoritratto

   (A. d’agnolo, erroneamente creduto Vannucchi di cognome, nato nel 1486 – morto nel 1530). È stato un grande pittore fiorentino.

Dopo i grandissimi artisti del Cinquecento si distingue tra i pochissimi per la grandezza e la bellezza delle sue composizioni. Come pittore colorista è preparatissimo, tanto da essere paragonato ai più famosi artisti veneziani, e nell’arte del disegno è così perfetto da aver acquistato l’appellativo di “Andrea senza errori”. Tra le sue opere più significative dobbiamo tenere presente gli affreschi realizzati nei chiostri della SS. Annunziata a Firenze, nei quali si ammira, in una lunetta del chiostro più grande, la famosa “Madonna del sacco” (1525), opera eccellente di eleganza e solennità. Sempre nell’ambito fiorentino si apprezzano le sue opere alla Badia di S. Salvi e allo Scalzo dove domina  l’affresco sulla vita di S. Giovanni Battista a chiaroscuro.

Andrea_del_Sarto_madonna delle arpie
la Madonna delle arpie

 È chiamato alla Corte di Francia ove realizza opere di una certa importanza, tra le quali la Carità attualmente esposta al Louvre. Tra le sue opere con tecnica a olio rammentiamo la Madonna delle Arpie (1517) ora  agli Uffizi di Firenze, diventata famosa per il vigore coloristico, la bellezza delle figure e l’armonia di tutto l’insieme. Altri quadri attualmente esposti a Palazzo Pitti sono “la Disputa della Trinità”, “l’Annunciazione”, ed il celebre S. Giovanni Battista. Nella Galleria di Dresda troviamo “lo Sposalizio di Santa Caterina” realizzato nel 1515 che è uno dei suoi lavori più belli. Questo “Grande” è presente in numerosissime gallerie europee.

Disputa della Trinità
Disputa della Trinità
S. Giovanni Battista
S. Giovanni Battista




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *