Pittore Ansaldi Innocenzo

(12/02/1734 – 16/02/1816)

Biografia

Nascita: Pescia, 12/02/1734 da Gaetano e Maddalena Lazzerini di Cutigliano.

Morte: 16/02/1816.

Formazione artistica: i suoi primi studi li fa presso il Seminario Arcivescovile di Firenze, dove riesce ad evidenziarsi per le sue doti artistiche ed umanistiche.

Terminati gli studi si iscrive all’Accademia delle Belle Arti di Firenze, quindi continua le sue ricerche girando l’Italia (Bologna, Roma, Padova, Napoli, Genova, e Venezia).

Deciso a stabilirsi in modo definitivo in una grande città, dovette invece fare ritorno a Pescia a causa di un susseguirsi di drammatiche scomparse di membri di famiglia: a distanza di poco tempo, infatti, gli morirono il padre, la madre,  il fratello e la cognata.

Innocenzo continuò a dipingere ed ebbe come committenti diverse chiese dei dintorni di Valdinievole e di una vasto territorio Toscano.

Realizzò anche poesie e scrisse, tra l’altro, un poemetto intitolato “Pittore originale” e la “Descrizione delle pitture, sculture et architetture della città e sobborghi di Pescia”, che lo resero ancor più famoso. Quest’ultima opera letteraria è uno dei principali esempi di trattato artistico riguardante la Valdinievole.

Morì il 16 febbraio 1816 ed i nipoti vollero farlo seppellire a Sant’Allucio di Uzzano presso l’Oratorio di Santa Maria dei Dolori.

Bibliofrafia:

  • Jane Turner (curato da), The Dictionary of Art. 2, New York, Grove, anno 1996.

  • Isa Belli Barsali, Innocenzo Ansaldi in Dizionario Biografico degli Italiani, Istituto dell’Enciclopedia Italiana, Roma, anno 1961, Terzo Volume.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *