Pittore Antonello di Saliba

Antonello di Saliba (Quattrocento-Cinquecento)

Madonna del gelsomino
Sopra, un’opera dell’artista: Madonna del gelsomino, Museo regionale di Messina.

Biografia

La data di nascita non è certa ma può essere riferita a circa il 1466.

Figlio di uno dei cognati di Antonello da Messina (Messina, 1429 o 1430 – Messina, febbraio 1479), l’artista in esame fu avviato nel mondo dell’arte, insieme al fratello Pietro, come apprendista nella bottega del grande zio, già gestita dal cugino Iacobello dopo la morte di Antonello.

Enormi furono dunque le influenze del grande artista nella sua pittura [Francesco Abbate, Storia dell’arte nell’Italia meridionale: Il Cinquecento, 2001]. A proposito di questo si ipotizza che Antonello di Saliba avesse passato un lungo periodo nel Veneto per lavori sulle orme dello zio, probabilmente a accompagnato dal cugino Jacobello.

È assai probabile anche un periodo di soggiorni nell’Italia centrale, dati gli influssi melozziani [Francesco Abbate].

Alcuni documenti ed opere firmate attestano che dal 1497 l’artista si trovava di nuovo a Messina.

Nella sua produzione artistica, alquanto discontinua, specialmente negli ultimi anni per la presenza di aiuti, si possono contare diversi polittici realizzati insieme ad altri pittori.

Morì intorno al 1535.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *