Pittore Giuseppe Baldrighi

Giuseppe Baldrighi (Stradella, 12 agosto 1722 – Parma, 12 gennaio 1803)

Autoritratto con la moglie
Sopra, un’opera dell’artista: Autoritratto con la moglie, Galleria Nazionale di Parma

Biografia

Nascita: Stradella, 12 agosto 1722.

Morte: Parma, 1803.

Formazione artistica: La sua prima formazione si compie probabilmente con Vincenzo Meucci.

Dal 1752 al 1756 Baldrighi si trova a Parigi presso lo studio di François Boucher, in più si interessa delle pitture di Jean-Baptiste Oudry e di Alexandre-François Desportes, i quali influenzeranno in modo evidente la sua maniera di dipingere.

La sua pittura: prevalentemente figurativa a carattere ritrattistico. Apporta importanti innovazioni alla miniatura.

Dove è artisticamente attivo: Napoli, Firenze, Parma (pittore di corte); Alcune sue opere: una serie di quattro pezzi raffiguranti le grandi teste di animali: una testa di tigre, una testa di leone, un’aquila e un lupo; Ritratto di Jacopo Sanvitale, Carità romana, custodita ad Angers.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *