Pittore El Lissitzky

(Počinok, 23 novembre 1890 – Mosca, 30 dicembre 1941)

Copertina della rivista Merz (1924)
Sopra, un’opera dell’artista: Copertina della rivista Merz (1924).

Cenni biografici

   Eliezer Markovič Lisickij, meglio conosciuto da noi occidentali come El Lissitzky, è considerato tra i massimi esponenti dell’Avanguardia russa.

Seppe bene integrare, nei suoi dipinti, i fattori principali  del Suprematismo con quelli del Costruttivismo, impiegando  varie tecniche tra cui quelle del collage e del fotomontaggio.

L’artista si dedicava anche alla realizzazione di poster pubblicitari e manifesti propagandistici per il regime negli anni dei conflitti mondiali.

El Lissitzky è stato, oltre che pittore, fotografo, grafico, tipografo ed architetto.

Attivista dell’avanguardia russa, El Lissitzky fu prima attratto dal Suprematismo, a cui aderì insieme all’amico Kazimir Malevič (Kiev, 1878 – Leningrado, 1935), poi, avvicinandosi al movimento costruttivista iniziò, appoggiato da Aleksandr Rodčenko (San Pietroburgo, 1891 – Mosca, 1956),  una serie di sperimentazioni con lo scopo di fondere insieme i vari elementi caratterizzanti le due correnti.

Nel 1921 ricevette la nomina di ambasciatore della cultura dell’URSS nella Germania, per cui si recò a Berlino dove ebbe modo di dedicarsi anche all’arte e di conoscere artisti come László Moholy-Nagy, Kurt Schwitters e Theo van Doesburg.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *