Tecnica dell’encausto

Pagine correlate: Tecniche arti visive – Tecnica della Pittura a fresco.

La tecnica dell’encausto

L’encausto è una tecnica pittorica di grande efficacia e molto antica che risale addirittura ai tempi delle prime civiltà greche. Questa tecnica, che veniva adottata principalmente in tutte le zone che si affacciavano sul bacino del Mediterraneo, consiste nell’impiego di colori disciolti in cera liquefatta. A dispetto dei suoi splendidi e pregevoli risultati, questa tecnica fu soppiantata dell’affresco e, a parte qualche testimonianza medievale, dovette attendere molti secoli prima di ottenere una parziale ma meritata rivalutazione. Ci è finalmente stata trasmessa e talvolta viene confusa con l’affresco, poiché quest’ultimo qualche volta veniva sottoposto, a fine lavoro e dopo l’essiccazione, ad una manipolazione con cera vergine di api, che lo rendeva così molto simile all’encausto.

La tecnica pittorica dell’encausto viene applicata, oltre che su muro, su marmo, legno, avorio e terracotta. I pigmenti dopo essere stati mescolati con la cera, vengono stesi sul supporto con la tecnica del pennello o della spatola, quindi fissati con procedimento a caldo con attrezzi di metallici (cauteri o cestri).




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *