Grasset Eugene

(1841 – 1917)

Nasce a Losanna nel 1841 e qui compie gli studi in Architettura. A ventotto anni parte per l’Egitto, ma vi resterà soltanto per un breve periodo, per ritornare in Europa, dove conosce l’architetto Viollet-le-Duccon con il quale stringe rapporti, oltre che d’amicizia, di lavoro. Eugene Grasset non si interessa soltanto di architettura, ma anche di pittura  e soprattutto di pittura decorativa, occupandosi anche di quelle forme espressive del periodo che fanno di lui uno dei più grandi rappresentanti dell’Art Nouveau. Muore nella sua Losanna nel 1917.

Eugène è anche un abilissimo disegnatore di copertine (“Nouveau Larousse Illustré”, il dizionario pubblicato verso la fine dell’Ottocento), iniziali di alfabeto, fregi tipografici, francobolli, tessuti, mobili, cartoni per opere musive e vetrate (Chiesa di Saint-Étienne a Briare e Cattedrale di Orléans) e gioielli. Nel 1898 progetta, per la fonderia Deberny & Peignot, un carattere da tipografia del tipo calligrafico, che prende il nome “Grasset”.  Il suo stile assomiglia molto a quello del britannico Walter Crane, con il quale viene talvolta confuso.

Bibliografia:

  • “Le Garzantine” (volume d’Arte), AAVV., Garzanti, Milano, 2005.

  • Edigeo in “Enciclopedia dell’arte Zanichelli”. Zanichelli, Bologna, 2004.

  • “Il dizionario del grafico”, Giorgio Fioravanti, Zanichelli, Bologna, 1993.

Un’opera di Eugène Grasset: La Primavera.

42 Eugène Grasset - La Primavera
La Primavera, anno 1884, vetrata, cm. 294 x 132, Musée de Art Decoratifs, Parigi




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *