Pittore e scultore Roy Lichtenstein

(New York, 27 ottobre 1923 – ivi, 29 settembre 1997)

The Head, anno 1992, Barcellona
Sopra, un’opera dell’artista: The Head, anno 1992, Barcellona.

La foto sopra raffigurata è a bassissima risoluzione ed è stata inserita al solo scopo didattico

Cenni biografici

  Roy Lichtenstein  è considerato, insieme a Andy Warhol, uno dei massimi esponenti della Pop Art americana.

La sua formazione artistica iniziò all’Art Students League e proseguì alla Ohio State University in cui frequentò un corso di laurea in Belle Arti.

Lavorò come disegnatore pubblicitario e come docente in diversi istituti universitari.

Nella sua arte si evidenzia la ricerca di uno stile chiaro, pulito e, allo stesso tempo, di estrema semplicità.

I suoi primi importanti lavori ruotano intorno al mondo del fumetto e della pubblicità per poi approdare ad una peculiare rielaborazione di tematiche appartenenti a vari linguaggi artistici a lui contemporanei, ma anche passati, come il Cubismo l’Espressionismo ed il Realismo, talvolta con evidenti riferimenti ad altri artisti (si pensi, ad esempio, a Franz Marc in Forest scene, anno 1980).

La ricerca della negazione di un’illusionistica spazialità e volumetria, sia nei dipinti che nelle sculture, fu raggiunta dall’artista dimostrando un notevole virtuosismo tecnico ed una vasta apertura al senso della forma (si pensi al “Modern sculpture with glass wave” del 1967, custodita nel Museum of modern art di New York).

La produzione di Roy Lichtenstein, assai copiosa, proseguì a pieno ritmo fino a qualche anno prima della sua scomparsa, che avvenne a New York il 29 settembre 1997. Nel 1995 gli venne assegnato il Kyoto Prize, un premio giapponese simile, negli intenti, al Rremio Nobel.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *