Tecnica della pittura murale

Pagine correlate: Le tecniche arti visive – Tecnica del graffito.

Tecnica della pittura murale

Tecnica partorita dal Messico nel primo o secondo decennio dello scorso secolo. Lo schema di riferimento è proprio il murale messicano, nato principalmente come espressione di ciò che era l’ideale politico, artistico e culturale. I più grandi interpreti del murale sono stati Orozco, Riviera e Siqueiros, che credevano fermamente in un’arte che potesse essere osservata e goduta da vasti strati sociali, anche in fase di realizzazione, trovandosi in luoghi aperti al pubblico. Le tematiche ricorrenti riguardavano le cronache della vita precolombiana. L’arte murale ha dato un buon apporto alla modernizzazione delle antiche procedure per la pittura, su supporti di grande estensione. La maggior parte delle tecniche murali non ha dato risultati soddisfacenti riguardo la resistenza agli agenti atmosferici ed al tempo. Altre nuove tecniche saranno da sperimentare, ma attualmente non ne esiste una capace di sopportare a pieno le intemperie e gli agenti esterni. Le realizzazioni murali sono come i fiori in natura, belle ma destinate a perdere il loro splendore ed a morire presto. Gli additivi leganti per questa pittura sono la piroxlina e il silicone.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *