Tecnica della sanguigna

Pagine correlate: Le tecniche arti visive – Tecnica a carboncino – Tecnica a matita nera.

Tecnica della sanguigna

La diffusissima tecnica detta “a sanguigna”, è chiamata in questa maniera perché impiega un colore che s’avvicina molto al colore del “sangue: un rosso un po’ opacizzato ma denso, reperibile sia come matite che come “stick”, ed ha le pregiate caratteristiche di lasciare un denso strato di materia sul foglio e di durare a lungo nel tempo. La sanguigna è una sostanza colorata che, qualche volta, mescolata a colori di tonalità tendenti al giallo o all’arancione, consente di portare in risalto, nelle sue stesure, una vivace luminosità. Essa viene ricavata dall’ematite appartenente alla famiglia degli ossidi di ferro ed ha guadagnato un ruolo caratteristico, come mezzo e come tecnica, nell’ambito dei bozzetti agli inizi del Rinascimento.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *