Biografia di Alvise Vivarini

Pittore Alvise Vivarini (Venezia, tra il 1442 e il 1453 – ivi 1503/1505)

Crocifissione con Santa Maria Maddalena e una devota
Sopra, un’opera dell’artista: Crocifissione con Santa Maria Maddalena e una devota, 1475 ca. tempera su tavola, 47,8 x 29,3 cm, Saletta dei trecenteschi, Museo Poldi Pezzoli, Milano

Biografia

Figlio di Antonio Vivarini e nipote di Bartolomeo Vivarini (lo zio, fratello di Antonio), l’artista in esame nacque in un periodo compreso tra il 1445 e il 1451.

La sua prima formazione artistica Alvise la svolse sotto la guida dei pittori di famiglia e, più tardi, nella bottega del Giambellino.

Ebbe anche contatti formativi con Lazzaro Bastiani (Padova, 1429 – 5 aprile 1512).

Al raggiungimento dell’età matura il suo interesse si orientò verso la pittura padovana, soprattutto quella di Mantegna.

Mettendo a confronto lo stile di Alvise con quello di Antonio e Bartolomeo si evidenzia che il primo seguì con più forza le rivoluzionarie novità del suo periodo, temperando così la lezione padovana con integrazioni sull’esempio di Antonello da Messina, pur non scostandosi dalle proprie fredde gamme e dai secchi contorni, che conferiscono una più lucida e “smaltata” cromia, senza assimilare gli elementi della luministica antonelliana.

Molti sui lavori, seppure documentati, sono andati perduti. Si ricordano a tal proposito i teleri del Salone del Gran Consiglio, uno stendardo processionale per la Scuola di San Marco e la tela con San Gerolamo che conduce il leone in convento e i frati che fuggono terrorizzati (citata in un’incisione).

Le opere più significative di Alvise Vivarini

:

  • San Cristoforo (assegnato ad Antonio Vivarini a cui probabilmente collaborò Alvise), Città del Vaticano, Pinacoteca Vaticana (1464);

  • Cristo passo (assegnato a Bartolomeo Vivarini a cui probabilmente collaborò Alvise), Osimo, Museo Civico (1465 circa);

  • Cristo passo (assegnato ad Antonio Vivarini a cui probabilmente collaborò Alvise), Bari, Pinacoteca Provinciale Corrado Giaquinto (1467);

  • Pietà, assegnato alla bottega dei Vivarini a cui partecipò Alvise, Bassano del Grappa, Museo Civico (1467-1469);

  • Dossale di Santa Chiara di Murano, Alvise ed Antonio Vivarini,

    • Natività, Museo Civico Amedeo Lia, La Spezia;

    • Andata al Calvario, Resurrezione,Deposizione nel sepolcro, Marie al sepolcro, collezione Vittorio Frascione, Firenze.

    • Angelo annunziante, Vergine annunziata, Deposizione dalla croce, Cristo dinanzi a Pilato, Galleria Armondi, proveniente da Brescia;

    • Martirio di una santa, San Gerolamo penitente nel deserto, San Francesco riceve le stimmate, Martirio di una santa, Ingresso in Gerusalemme, Ultima cena, Lavanda dei piedi, Orazione nell’orto, Cattura di Cristo, Cristo condotto dinanzi ad Erode, Cristo condotto dinanzi a Caifas, Flagellazione, Cristo dinanzi a Pilato, Crocifissione, Deposizione dalla croce, Discesa al Limbo,  1467-1469 circa attualmente in luogo sconosciuto;

  • Sant’Agostino, Gallerie dell’Accademia, 1469, Venezia;

  • Crocifissione, Musei Poldi Pezzoli, 1469-1471, Milano.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *