"Autoritratto" di Salvator Rosa

Salvator Rosa

Salvator Rosa: Autoritratto
Autoritratto, cm. 115 x 92, National Gallery di Londra.

Sull’opera: “Autoritratto” è un dipinto autografo di Salvator Rosa, realizzato con tecnica a olio su tela nel 1641, misura 115 x 92 cm. ed è custodito nella National Gallery di Londra. 

 Sulla tavola su cui poggia la mano destra dell’effigiato sta la scritta: “AVT TACE / AVT LOQVERE MELIORA / SILENTIO.”. Sul retro della tela si legge: “Salvator Rosa”.

La composizione, il primo ritratto in assoluto realizzato dall’artista, entrò nel 1641 in Casa Niccolini a Firenze. Pendant del “Ritratto di Lucrezia come Sibilla“, appartenne alla raccolta del marchese di Lansdowne.

La prima pubblicazione dell’opera avvenne nel 1933 tramite il Borenius (“P”, 1933), e l’apparizione al grande pubblico, in una mostra del 1973, a ridosso di un importante restauro. Il fatto che si tratti effettivamente di un autoritratto è confermato, tra l’altro, dal confronto con l’effige dello stesso Salvator Rosa dipinto nella grande “Battaglia” (234 x 350 cm., Palazzo Pitti) con la firma emblematica: “SARO” (SA(lvatore) RO(sa)).

La stesura pittorica non è ancora ben sviluppata e quindi poco brillante, ma la maniera in cui si presenta la grande figura, stagliata con decisione contro un cielo movimentato, è cosa assai geniale ed inedita, tanto che fece accendere ampi dibattiti negli ambienti artistici ed intellettualistici della Firenze del periodo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *