"Vocazione dei primi apostoli" di Domenico Ghirlandaio

Domenico Ghirlandaio

Domenico Ghirlandaio: Vocazione dei primi apostoli
Vocazione dei primi apostoli, anno 1481, affresco su muro, dimensioni cm. 349 X 570, Cappella Sistina, Città del Vaticano.

Opera successiva

Sull’opera: “Vocazione dei primi apostoli” è un dipinto di Domenico Ghirlandaio realizzato con tecnica a a fresco su muro intorno al 1481, misura 390 x 570 cm. ed è custodito nella Cappella Sistina (registro mediano) a Città del Vaticano. 

 Nel 1481, su indicazione di Lorenzo il Magnifico (Firenze, 1449 – Firenze, 1492), alcuni artisti dell’ambito fiorentino furono chiamati da papa Sisto IV (Pecorile, 1414 – Roma, 1484) per la realizzazione degli affreschi della Cappella Sistina. Tale occasione servì anche a suggellare il riavvicinamento del papa alla città di Firenze e alla famiglia de’ Medici.

 Gli artisti che partirono per Roma, oltre al Ghirlandaio, erano Cosimo Rosselli, Sandro Botticelli e il Perugino, a quel tempo ormai considerato fiorentino d’adozione, che probabilmente già si trovava sul posto. Ogni artista portò a proprio seguito un cospicuo numero di assistenti, tra i quali pittori che sarebbero diventati famosi subito dopo i grandi lavori romani, come il Pinturicchio, il Signorelli, Piero di Cosimo e Filippino Lippi.

Il tema della decorazione era una celebrazione del papato con le Storie di Mosè e di Cristo, messe a confronto per evidenziare la successione del messaggio divino, che dalla legge giudaica passa attraverso la figura di Cristo e quindi per i pontefici. L’impresa, relativa al primo gruppo di artisti, fu portata a compimento in tempi abbastanza brevi, tanto nel 1482 tutte quelle commissioni erano state completamente evase. Al Ghirlandaio furono affidati il presente affresco e la Resurrezione (ridipinta nel tardo Cinquecento).




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *