"Interno della cappella Sistina" di Ingres

Jean-Auguste-Dominique Ingres

Jean-Auguste-Dominique Ingres: Interno della cappella Sistina
Interno della cappella Sistina, cm. 72 x 92, National Gallery di Washington.

Opera successiva

Sull’opera: “Interno della cappella Sistina” è un dipinto autografo di Ingres realizzato con tecnica a olio su tela nel 1814, misura 72 x 92 cm. ed è custodito nella National Gallery (Kress) di Washington. 

 La tela reca la scritta “Ingres 181[4] rom.”. Si conosce il commissionario (Marcotte) e la data della richiesta, 1812. L’opera, che fu iniziata nel 1813 e portata a compimento l’anno dopo entro il mese di maggio, rimase per lungo tempo presso i discendenti del committente; passò per le mani di un altro proprietario a Londra e quindi alla Kress Foundation (National Gallery di Washington).

Il papa raffigurato è Pio VII (Cesena, 14 agosto 1742 – Roma, 20 agosto 1823) circondato dai dignitari nel corso d’una messa solenne, per l’appunto, nella Cappella Sistina, ove riceve omaggio dai cardinali e da altri importanti prelati: in totale cinquantaquattro personaggi. Da documentazioni certe si possono ricavare i nominativi dei personaggi ivi raffigurati: esiste infatti una missiva, inviata da Ingres a Marcotte, datata 26.V.1814 (in Delaborde), in cui è scritto l’elenco dei prelati raffigurati nella composizione in esame.

Si riconoscono, sopra il trono pontificio, gli affreschi di Sandro Botticelli (“Le prove di Mosè“) e di Perugino (“Viaggio di Mosè“), nonché la parte terminale di un riquadro di Pinturicchio (sempre dedicato alle vicende di Mosè). Sulla destra, vista in prospettiva non proprio frontale, la porzione sinistra dell’inconfondibile “Giudizio universale” di Michelangelo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *