"La morte del cavaliere di Celano" di Giotto

Giotto

Giotto: La morte del cavaliere di Celano
La morte del cavaliere di Celano, cm. 270 x 230, Chiesa Superiore di San Francesco, Assisi.

Secondo elenco opere di Giotto

Alle storie di San Francesco

Sull’opera: “La morte del cavaliere di Celano” è un affresco di Giotto realizzato tra il 1297 ed il 1300 con la collaborazione di altri artisti, misura 270 x 230 ed è custodito nella Chiesa Superiore di San Francesco ad Assisi.

Il riquadro narra di “quando il beato Francesco impetrò la salute dell’anima per un cavaliere di Celano, che devotamente a pranzo l’aveva invitato; il quale, dopo la confessione e dopo aver disposto per la sua casa, mentre gli altri si mettevano a mangiare.. d’improvviso esala l’anima, addormentandosi nel Signore” (Edi Baccheschi).

L’opera in esame viene considerata nell’arco dei secoli come uno dei riquadri più intensamente drammatici della serie. Già gli antichi studiosi evidenziavano la forte contrapposizione, volutamente enfatizzata, tra la zona sinistra col frate comodamente postato davanti alla tavola imbandita, e la parte destra dove il gruppo dei dolenti assistono con disperazione il tragico trapasso del cavaliere di Celano.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *