Altare di Isenheim di Matthias Grünewald: "Le tentazioni di Sant’Antonio"

Matthias Grünewald

Matthias Grünewald: Altare di Isenheim - Le tentazioni di Sant'Antonio
Le tentazioni di Sant’Antonio. cm. 265 x 139, Musée d’Unterlinden a Colmar.

Ritorna all’elenco opere dell’altare di Isenheim

Sull’opera: “Le tentazioni di Sant’Antonio” è un dipinto autografo di Matthias Grünewald facente parte della terza faccia dell’altare di Isenheim, realizzato con tecnica a olio su tavola tra il 1512 ed il 1516 e misura cm. 265 x 39. L’intero complesso è custodito nel Musée d’Unterlinden a Colmar. 

La spietata visione di questa composizione, popolata da orride creature scatenate contro il santo eremita, evidenzia il contrasto fra il drammatico episodio che si sta consumando e la pace del paesaggio, che corrisponde – in maniera speculare – a quello del riquadro degli santi Antonio e Paolo (pagina precedente), dove al luogo straziato si contrappone la tranquillità dei due anacoreti

Assistiamo in questo dipinto ad una straziante scena con piccoli demoni e mostruose lucertole dalle verdastri elitre che combattono con angeli a forma di fiamma sopra i resti fumosi di una baracca bruciata e, quindi, l’apparizione dell’Eterno in un cielo – altrettanto tormentato – a cui si contrappongono limpidissime e lisce montagne come di ghiaccio, dalle tonalità tendenti al celeste e rosa.

Particolari:

16 Grunewald - Altare di Isenheim
 Particolare di un mostro scatenato, cm. 265 x 139.
17 Grunewald - Altare di Isenheim

 Particolare della sofferenza di un infetto, cm. 57 x 47.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *