"Ritratto del conte Guriev" di Ingres

Jean-Auguste-Dominique Ingres

Jean-Auguste-Dominique Ingres: Conte Guriev
Ritratto del conte Guriev, cm. 107 x 86, Hermitage, Leningrado.

Opera successiva

Sull’opera: “Conte Guriev” è un dipinto autografo di Ingres realizzato con tecnica a olio su tela nel 1821, misura 107 x 86 cm. ed è custodito nell’Hermitage a Leningrado. 

 Nella zona in basso a sinistra, sul tavolo, si legge: “Ingres Flor. 1821”. L’effigiato, come riportato nel titolo del quadro, è il conte Guriev (1792-1849), un valoroso ufficiale che partecipò alle guerre contro Napoleone Bonaparte.

Guriev soggiornò a Firenze nel biennio 1620-21, in occasione del suo viaggio di nozze (fonte: Ternois). Nel dicembre 1821 ottenne l’incarico di ambasciatore di Russia all’Aia. Fu nel capoluogo toscano che venne realizzato il ritratto in esame e non – come si pensava, con forti dubbi, in base alle caratteristiche del paesaggio sul fondo – a Roma o a Napoli, sedi in cui si recò in un periodo più tardo). Permane comunque qualche incertezza sul fatto che si tratti verosimilmente d’un uomo di appena ventinovenne (Ternois, “C” 1967). Pur tuttavia la tela risulta accennata in modo alquanto chiaro in una missiva dello stesso artista inviata a Gilbert – datata 20. IV. 1821 – che pare possa eliminare il diretto rapporto con un’altra lettera, spedita il 18. X. 1839 da H. Lehmann alla contessa d’Agouit, dove un ritratto dello stesso Guriev appariva in via di realizzazione o comunque in progetto, quadro di cui non si parlò più, probabilmente mai eseguito.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *