"San Girolamo penitente" di Filippo Lippi

Filippo Lippi

Filippo Lippi: San Girolamo penitente
San Girolamo penitente, 1439 circa, cm. 54 x 37, tempera su tavola, Staatliches Lindenau Museum, Altenburg.

Vai al secondo elenco opere di Filippo Lippi

Sull’opera: “San Girolamo penitente” è un dipinto di Filippo Lippi realizzato con tecnica a tempera su tavola intorno al 1439, misura 54 x 37 cm. ed è custodito nello Staatliches Lindenau Museum a Altenburg. 

La tavoletta in esame viene riportata nelle collezioni de’ Medici ed in particolare è documentata dettagliatamente nell’inventario de Palazzo Medici Riccardi, compilato alla morte di Lorenzo il Magnifico, avvenuta nel 1492, nonché nel catalogo della Guardaroba granducale di Cosimo I de’ Medici.

Negli elenchi del Guardaroba, la composizione è stata identificata come quel lavoro di cui l’artista rivendica il pagamento in una missiva inviata nel 1439 a Piero de’ Medici (1416-1469), padre di Lorenzo il Magnifico. Si tratterebbe pertanto della prima committenza certa a Filippo Lippi da parte della famiglia de’ Medici.

La composizione è stata attribuita per la prima volta all’artista nel 1897 e, in modo universale, intorno agli anni trenta dello scorso secolo.

La raffigurazione di questo San Girolamo penitente, che è una fra le più antiche che si conoscano, è suddivisa in due parti: nella sezione superiore il santo penitente ha nella mano sinistra la croce astile in legno e nella mano destra il sasso per colpirsi il petto; nella sezione inferiore, in uno scarto cronologico, avviene l’incontro di San Girolamo con il leone dalla zampa ferita (si noti il masso subito a sinistra che appare come la testa riflessa della fiera inferocita), una scena, questa, ripresa con vivo realismo. Il paesaggio in cui si svolgono le due scene è roccioso, scosceso, spigoloso, spoglio ed inospitale.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *