"L’adorazione dei magi" di Albrecht Dürer

Albrecht Dürer

L'adorazione dei mag
L’adorazione dei magi, cm. 100 x 114,  Galleria degli Uffizi, Firenze.

       Sull’opera: “L’adorazione dei magi” è un dipinto autografo di Albrecht Dürer, realizzato con tecnica a olio su tavola nel 1504, misura 100 x 114 cm. ed è custodito nella Galleria degli Uffizi a Firenze.

Sul dipinto compare la data e la sigla dell’artista sulla pietra, in primo piano, presso la Madonna.

Secondo gli studiosi il trattasi dell’opera più significativa realizzata da Dürer nel primo decennio del Cinquecento, tra i due soggiorni italiani, e probabilmente, salvo la pittura ritrattistica, l’unica assolutamente autografa.

La tavola, il cui luogo d’origine è la Schlosskirche (Castle Church) di Wittenberg, fu commissionata da Federico III di Sassonia (Torgau, 1463 – Lochau 1525), detto Federico il Saggio.

L’influsso della pittura italiana sull’artista traspare – già prima della seconda visita a Venezia – nei ritmi compositivi, nella luminosità e nel cadenzato degradare degli elementi del paesaggio, verso una profondità sempre più vasta.

Aumenta qui la predilezione per le volte – che il pittore rappresenta spoglie, entusiasmato com’è nella configurazione geometrica delle pietre – per gli archi, per il suo stesso volto (il secondo dei tre re magi), che si presenta trasfigurato e come il più imponente e sontuoso dei re.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *