"Porto con l’imbarco della regina di Saba" di Lorrain

Lorrain (Claude Gellée)

Lorrain (Claude Gellée): Porto con l'imbarco della regina di Saba
Porto con l’imbarco della regina di Saba, cm. 148,5 x 194, National Gallery di Londra.

Opera successiva

Sull’opera: “Porto con l’imbarco della regina di Saba” è un dipinto autografo di Lorrain realizzato con tecnica a olio su tela nel 1648, misura 148,5 x 194 cm. ed è custodito nella National Gallery di Londra. 

 Nella zona bassa a destra, sulla scala, appare la scritta recante il titolo “LAUREINE DE SABA VA TROVVER SALOMON”, mentre a sinistra quella recante il testo: “CLAVDE, GELE. I.V. FA!CT POUR. SON. ALTESSE. LE. DUO. DE. BVILLON. A ROMAE. 1648.”

Il corrispettivo disegno del “Liber Veritatis”* riporta la seguente dicitura: “Claudio Gille Roma faict per le principe panfil[…]” di cui degli ultimi due vocaboli rimangono soltanto lievissime tracce. Sotto, compare la scritta: “faict pour le Duc de Boulon”.

Pendant del “Paesaggio con figure danzanti” (“Matrimonio di Isacco e Rebecca”) dello stesso museo londinese, la composizione in esame riprende una delle tematiche più care all’artista appartenenti al decennio 1650-60, i cui sviluppi sono chiaramente evidente esaminando le opere di questo particolare periodo: “Porto” di Alnwick Caste, “Paesaggio con ritrovamento di Mosè” del Prado (Madrid), “Porto con l’imbarco di S. Orsola” della National Gallery di Londra”, “Porto con lo sbarco di Cleopatra a tarso” del Louvre, “Porto con Ulisse che restituisce Criseide a Crise” del Louvre e “Porto con la partenza di Ulisse dalla terra dei Feaci” del Louvre.

L’opera fu incisa dallo Young nel 1823, dal Murray, dal Varral e dal Le Keux nel 1839.

* Il “Liber Veritatis” è una raccolta di 195 disegni con le riproduzioni dei lavori dell’artista a partire dal 1639, redatto dallo stesso Lorrain per la tutela dei propri dipinti.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *