Gentile da Fabriano: Incoronazione della Vergine (Paul Getty Museum)

Gentile da Fabriano

Gentile da Fabriano: Incoronazione della Vergine (Paul Getty Museum)
Incoronazione della Vergine, cm. 85 x 62, The J. Paul Getty Museum, Los Angeles CA – USA.

Opera successiva

Sull’opera: “Incoronazione della Vergine” è un dipinto autografo di Gentile da Fabriano, realizzato con tecnica a tempera su tavola intorno al 1422-23, misura 82 x 62 cm. cm. ed è custodito nel “The J. Paul Getty Museum”, Los Angeles CA – USA. 

 Si suppone che la presente tavola, in precedenza, facesse parte di un polittico di breve durata e che fosse stata privata di una fascia nella zona alta: la colomba che vola sopra il Cristo e la Madonna – si pensa – dovrebbe essere sovrastata dal Padre Eterno, attorniato dai cherubini (si veda l’Incoronazione del polittico di Valle Romita).

Molti studiosi identificarono la presente composizione con la “Coronazione di Maria Vergine” citata nel 1827 dal pittore fabrianese Vincenzo Liberati, che la vide – insieme con il “San Francesco riceve le stimmate” – nel Seminario di Fabriano.

A proposito dell’annotazione del Liberati, il Cavalcaselle (1864) mise in relazione le due opere considerandole come un “double face” di stampo processionale: “Era originariamente la parte davanti di uno stendardo; su quella di dietro, si vedeva san Francesco in atto di ricevere le stimmate, simile di forma e di grandezza (probabilmente la tavola fu segata proprio per adeguarla al “S. Francesco”. Questa parte è parimenti conservata in casa Morichi, ma porta la scritta: “Ano dni 1452 die 25 de Martio”.

Secondo uno scritto del Marcoaldi (“Sui quadri raccolti da R. Pomari”, edito a Fabriano nel 1897) l’opera si trovava nella raccolta Pomari, ove vi rimase fino al 1897; più tardi pervenne al “The J. Paul Getty Museum”.

Per quanto riguarda la cronologia, la tavola venne realizzata a Fabriano, subito dopo il soggiorno fiorentino di Gentile, probabilmente poco prima dell’esecuzione dell’Adorazione dei Magi.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *