"Volta con Incoronazione della Vergine, Evangelisti, Sibille e Dottori della Chiesa" di Pinturicchio

 Pinturicchio

Pinturicchio: Volta con Incoronazione della Vergine, Evangelisti, Sibille e Dottori della Chiesa
Volta con Incoronazione della Vergine, Evangelisti, Sibille e Dottori della Chiesa, 1509-1510 circa, serie di affreschi, volta del coro di Santa Maria del Popolo, Roma.

Opera successiva

Sull’opera: la “Volta con Incoronazione della Vergine, Evangelisti, Sibille e Dottori della Chiesa” è un’opera ad affresco di Pinturicchio realizzata nella volta del coro della basilica Santa Maria del Popolo a Roma.

La presente decorazione corrisponde all’ultima grandiosa committenza affrontata dall’artista, chiamato nella capitale da papa Giulio II. I lavori furono portati a termine nel 1510, ma è possibile che Pinturicchio si trovasse già da due anni a Roma, quando Giovan Battista Caporali (1476 – 1560), suo abituale assistente nelle varie imprese, nel suo commento a Vitruvio, riferì di una cena con Perugino, Signorelli e lo stesso Pinturicchio in casa del Bramante [Acidini, cit., pag. 241].

 L’impianto compositivo della volta, che si presenta col quadrato doppio, è certamente tratto da quello della Villa Adriana, come testimonia un disegno di Giuliano Giamberti da Sangallo (Firenze, 1445 – Firenze, 1516) e dai i primi disegni di Michelangelo datati 1508 (attualmente a Londra e Detroit) e impiegati per gli affreschi della della Cappella Sistina. Secondo gli studiosi, tra gli artisti che collaborarono in questa grandiosa impresa ci furono il Caporali, Antonio da Viterbo detto il Pastura e probabilmente Manni Giannicola di Paolo. Quest’ultimo fu anche collaboratore di Perugino [Acidini, cit., pag. 242].




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *