"Cristo portacroce" di Fra’ Bartolomeo

Fra’ Bartolomeo

Fra' Bartolomeo: Cristo portacroce
Cristo portacroce (tela aderente a tavola), cm. 51,5 x 35, Museo di S. Marco, Firenze.

Al primo elenco delle opere di Fra’ Bartolomeo

Sull’opera: “Cristo portacroce” è un dipinto di Fra’ Bartolomeo realizzato nel 1514, attualmente su tela incollata a supporto ligneo, misura 51,5 x 35 cm. ed è custodito nel Museo di S. Marco a Firenze. 

Spostamenti: Convento di San Marco a Firenze; 1810, Accademia di Belle Arti, Firenze; 1924, Museo di San Marco, Firenze.

Iscrizioni: “ORATE PRO PICTORE 1514”.

Trattati, cataloghi e pubblicazioni: AABAF, “Processi verbali…”, 1810; AGF, G. Masselli, 1855-59, n° 120/1; AGF, “Inventano Accademia”, 1910, n. 218; Pieraccini 1884, pag. 78 °. 82; Pieraccini, 1893, pag. 84 n° 168; Pieraccini, 1901, Sala II, pag. 73 n° 168; Serena Padovani in “L’età di Savonarola – Fra’ Bartolomeo e la Scuola di San Marco” pag. 201, Marsilio Editori, 1996 (fonte delle presenti informazioni).

La composizione in esame viene identificata nella descrizione fatta da Masselli nel suo inventario (1855-59). In quel periodo la tavola telata si trovava già da molto tempo all”Accademia insieme agli affreschi su embrice – sempre di Fra’ Bartolomeo – del Sant’Antonio Abate, San Giovanni Battista e Santa Maria Maddalena. Probabilmente i quattro dipinti vi pervennero in seguito alle soppressioni del 1808, come ipotizzato dal Marchese (1846).

Da un disegno preparatorio conservato a Lille (Musée des Beaux-Arts, inv. pl. 37) si è arrivati a pensare che le dimensioni originali del dipinto fossero state certamente un po’ più grandi.

La peculiarità votiva dell’opera viene ribadita dalla scritta con la consueta frase di Fra’ Bartolomeo “ORATE PRO PICTORE” e la datazione 1514, sulla cui autografia sono state fugate tutte le perplessità in precedenza avanzate da alcuni studiosi (Knapp, 1903; Fischer, 1990; Fischer, 1994).




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *