"Il battesimo dei neofiti" del Masaccio

Masaccio: Cappella Brancacci: Il battesimo dei neofiti

Masaccio: Cappella Brancacci: Il battesimo dei neofiti
Cappella Brancacci: Il battesimo dei neofiti, cm. 255 x 162 Chiesa del Carmine Firenze. Particolari: 1     2

        Sull’opera: “Il battesimo dei neofiti” è un dipinto autografo del Masaccio, realizzato con tecnica a fresco su muro nel 1424-25, misura 255 x 162 cm. ed è custodito nella Cappella Brancacci (Chiesa del Carmine), Firenze.

L’episodio è tratto dagli “Atti degli apostoli” (II, 41). A proposito del “Battesimo dei neofiti” l’Anonimo Magliabechiano scriveva: “infra l’altre fiure, v’è uno che trema, cosa mirabile a vedere”, mentre il Vasari, osservando il neofita in piedi a destra, pronto per essere battezzato, lo vedeva “condotto con bellissimo rilievo, et dolce maniera”; per il Billi l’opera in esame fu la più famosa del ciclo durante tutto il Rinascimento. L’affresco, che misura 255 x 162 cm., fu realizzato interamente dal Masaccio in soli nove giorni. Tuttavia alcune teste raffigurate venivano via via assegnate da noti studiosi – tra i quali il Longhi, il Parronchi (1966) ed il Bologna – ad artisti come Masolino e Filippino Lippi. 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *