La Resurrezione (Scrovegni) di Giotto

Giotto: La Resurrezione (Scrovegni)

Giotto: La Resurrezione (Scrovegni)
Giotto: La Resurrezione, 200 x 185, Cappella degli Scrovegni, Padova.  (foto da Wikimedia Commons).

Ritorna al primo elenco opere di Giotto

        Sull’opera: “La Resurrezione”, o “Noli me tangere”, è un affresco autografo di Giotto, realizzato nel 1304-06, misura 200 x 185 cm. ed è custodito nella Cappella degli Scrovegni a Padova.

A sinistra, in secondo piano, stanno due angeli seduti sul sepolcro ormai vuoto. I soldati, distesi bocconi in primo piano, dormono tranquillamente e non si sono accorti dell’avvenuto miracolo della Resurrezione; sulla destra, la scena dell’apparizione alla Maddalena del Cristo risorto

A proposito di questa scena, l’affresco è conosciuto anche con il titolo di “Noli me tangere”.

L’episodio, intriso di metafisica astrazione, ha spinto più volte gli studiosi a scorgervi anticipazioni della pittura di Piero della Francesca, soprattutto in relazione ai soldati dormienti.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.