"Pala Portuense" di Ercole de Roberti

Ercole  de’ Roberti

Ercole de Roberti: Pala Portuense
Pala Portuense, cm. 323 x 240, Pinacoteca di Brera, Milano.

Opera successiva

Sull’opera: “Pala Portuense” è un dipinto autografo di Ercole de’ Roberti, realizzato con tecnica a olio su tavola nel 1481, misura 324 x 240 cm. ed è custodito nella Pinacoteca di Brera a Milano. 

 La pala in esame venne realizzata per la chiesa di Santa Maria in Porto a Ravenna. Tre bassorilievi appaiono in monocromia sotto la base del trono: L’Adorazione dei Magi, Gesù presentato al tempio e la Strage degli innocenti.

  La tavola, che in precedenza era assegnata a Stefano da Ferrara (1349 – 1435), viene riconsegnata nel 1887 al de’ Roberti da Adolfo Venturi.

Hanno parlato della pala:

Longhi (1934): “un gran passo è compiuto verso la italianizzazione dello stile; per uscire insomma dall’orto ispido e gemente della pittura di corte estense. Qui il Roberti aderisce al classicismo centripeto delle pale ultimissime di Antonello e del Bellini e così articola l’arte ferrarese nella spina dorsale del ‘sintetismo’ quattrocentesco”.

Ruhmer (1963): “La tecnica pittorica, di estrema finezza, riflette l’aspirazione a sciogliere [a saldezza plastica e il rigore ferrarese del disegno in modulazione pittorica. La dolce, solenne malinconia del sentimento accomuna il Roberti alla sensibilità del Perugino, di Leonardo, del Francia e del Costa”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *