"Le tre Grazie e Mercurio" del Tintoretto

Il Tintoretto: Dipinti dell’anticollegio in palazzo Ducale – Le tre Grazie e Mercurio

Il Tintoretto: Dipinti dell'anticollegio in palazzo Ducale - Le tre Grazie e Mercurio
Dipinti dell’anticollegio in palazzo Ducale – Le tre Grazie e Mercurio, cm. 146 x 155, Palazzo Ducale di Venezia.

Ritorna al primo elenco opere del Tintoretto

Sull’opera: “Le tre Grazie e Mercurio” è un dipinto autografo di Jacopo Robusti detto il Tintoretto, realizzato con tecnica ad olio su tela nel 1576, misura 146 x 155 cm. ed è custodito nel Palazzo Ducale di Venezia. 

L’opera, conservata nel palazzo Ducale, è esposta sulla parete d’ingresso (provenendo dalla Sala delle Quattro Porte) a sinistra. Carlo Ridolfi nelle sue “Le maraviglie dell’arte” del 1648 la interpreta nel seguente modo: “L’una (parlando delle Grazie) è appoggiata ad un dado, perché le Gratie si corrispondono gli uffici. Le altre due tengono il mirto e la rosa, sacrata all’amorosa Dea, simboli di perpetuo amore, accompagnate da Mercurio, perché le grafie si devono concedere con ragione, come vengono conferite da quel Senato verso i benemeriti suoi”.

 Il Tolnay nella “Critica d’arte” del 1960 prende in considerazione la fioritura della vegetazione, mettendola in relazione al movimento delle tre figure femminili, che riportano alla Primavera ed all’elemento Aria.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *