"Ritratto di Girolamo Savonarola" di Fra’ Bartolomeo

Fra’ Bartolomeo

Fra' Bartolomeo: Ritratto di Girolamo Savonarola
Ritratto di Girolamo Savonarola, cm. 46,5 x 32,5, Museo di S. Marco, Firenze.

Al primo elenco delle opere di Fra’ Bartolomeo

Sull’opera: “Ritratto di Girolamo Savonarola” è un dipinto autografo di Fra’ Bartolomeo, realizzato con tecnica a olio su tavola, misura 46,5 x 32,5 cm. ed è custodito nel Museo di San Marco a Firenze.

Iscrizioni: “HIERONYMI FERRARIENSIS A DEO/ MISSI PROPHETAE EFFIGIES”.

Spostamenti: Metà Cinquecento, Filippo d’Averardo Salviad, Firenze (?); Cinquecento, suor Caterina de’ Ricci, convento di San Domenico, Prato; 1855, Ermolao Rubieri, Prato o Firenze; 1866, Museo di San Marco, Firenze; 1878, Ermolao Rubieri (?) ; 1926, Museo di San Marco, Firenze.

Restauro: a cura di Luisella Pennucci, Firenze.

Trattati, cataloghi e pubblicazioni: AGF, Affari dell’anno 1867, filza B, posiz. 5, n° 1, 21 novembre; AGF, Affari dell’anno 1877, filza c, posiz. 5, n° 8. Cataloghi: Rondoni, 1876, pag. 18; Sinibaldi, 1936, pag. 27; Bonsanti, 1985, pag. 98; Serena Padovani in “L’età di Savonarola – Fra’ Bartolomeo e la Scuola di San Marco” pag. 282 , Marsilio Editori, 1996 (fonte delle presenti informazioni).

A proposito del ritratto di Savonarola il Vasari scriveva (“Le Vite ….”, 1568, cfr. ed. 1879): “…per l’affezione che Baccio aveva a Fra Ieronimo, che fece in un quadro el suo ritratto che fu bellissimo, il quale fu portato a Ferrara, e di lì non è molto ch’egli è tornato in Fiorenza nella casa di Filippo di Alamanno Salviati, il quale, per esser eli mano di Baccio, l’ha carissimo”. Tali parole sono abbastanza eloquenti per avere una seppur minima idea sul significato emozionale e artistico che il dipinto del Savonarola, che stava mantenendosi nel tempo e nell’opera di Fra’ Bartolomeo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *