"Venere che benda Amore" di Tiziano

Tiziano: Venere che benda Amore

Tiziano: Venere che benda Amore
Venere che benda Amore, cm. 118 x 185, Galleria Borghese, Roma

Al primo elenco opere di Tiziano

Sull’opera: “Venere che benda Amore” è un dipinto autografo di Tiziano Vecellio, realizzato con tecnica a olio su tela nel 1565, misura 118 x 185 cm. ed è custodito nella Galleria Borghese a Roma.

È assai probabile che la composizione in esame sia stata venduta (1608)  dal cardinale Sfondrato a Scipione Borghese. Nei cataloghi della collezione del Seicento e Settecento risulta con il titolo “Le tre Grazie”. Il primo ad assegnargli l’attuale titolo, “Venere che benda Amore”, fu il Cavalcaselle.

Per quanto concerne la cronologia, il dipinto viene generalmente datato intorno al 1565 (fonti autorevoli: Adolfo Venturi, il Tietze, il Pallucchini e il Della Pergola).

Il quadro fu apprezzato molto da Van Dyck quando soggiornò in Italia dal 1621 al 1627.

48 Tiziano - Venere che benda Amore - part. sinistra
particolare di sinistra con la Venere che benda Amore
49 Tiziano - Venere che benda Amore - part. destra
particolare di destra con le altre due figure femminili



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *