L’Annunciazione del Botticelli

Il Botticelli: L’annunciazione

Il Botticelli: L'annunciazione
L’Annunciazione, cm. 150 x 156, Galleria degli  Uffizi, Firenze

Ritorna al primo elenco opere del Botticelli

Sull’opera: “L’annunciazione” è un dipinto prevalentemente attribuito ad Alessandro Filipepi detto il Botticelli, realizzato con tecnica a tempera su tavola nel 1489 – 1490, misura 150 x 156 cm. ed è custodito nella Galleria degli Uffizi di Firenze.

Da documentazione esistente  risulta che l’opera in esame fu commissionata al Botticelli, intorno alla metà di maggio 1489, da Benedetto di ser Giovanni Guardi, per destinarla alla cappella nella chiesa di San Frediano a Cestello, oggi “Santa Maria Maddalena de’ Pazzi” (fonte: “Libro dei benefattori” del monastero di Cestello in Pinti). Per molto tempo non i seppe più nulla del dipinto, fino al 1870, anno in cui riapparve in una villa fiesolana dove vivevano le monache di Santa Maria Maddalena de’ Pazzi. Nel 1874 il dipinto pervenne alla Galleria degli Uffizi. L’autografia, che non è certa al 100%, viene sostenuta da Ulmann, Bode (1921 e 1926), Adolfo e Lionello Venturi (rispettivamente nel 1925 e nel 1937) e Mesnil. Altri studiosi ipotizzano la realizzazione in collaborazione con gli artisti della bottega mentre il Bellini (1942) sostiene che ci sia stata collaborazione tra il Botticelli e Filippino Lippi.

50 botticelli - l'annunciazione particolare
  Particolare sullo sfondo dell’Annunciazione



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *