Il ratto d’Europa di Guido Reni

Guido Reni

Il ratto d'Europa
Il ratto d’Europa, cm. 174 x 124 (129?), Collezione Mahon Londra.

Opera successiva

Sull’opera: “Il ratto d’Europa” è un dipinto autorevolmente attribuito a Guido Reni realizzato con tecnica ad olio su tela tra il 1630 ed il 1640, misura 174 x 124 cm. ed appartiene alla Collezione Mahon Londra.

Dagli scritti del critico Malvasia, si rileva che l’artista realizzò tre diverse versioni con lo stesso tema: una commissionata da Carlo I d’Inghilterra, una richiesta da una famiglia spagnola tramite il duca di Guastalla, una terza per Ladislao IV di Polonia, che nel 1640, in una lettera – citando il dipinto – ringraziava il Reni. Oggi si conoscono soltanto la versione in esame e quella sotto riportata in bianco e nero (custodita all’Ermitage, Leningrado), entrambe autorevolmente attribuite al pittore. Ma mancano gli elementi per poter stabilire a quale versione si fossero riferite le citazioni degli studiosi.

“Il ratto d’Europa” raffigurato in alto (a colori):  Attualmente a Londra, facente parte della Collezione Mahon, un dipinto realizzato con tecnica ad olio su tela (174 x 124 -129?). Il primo acquisto documentato fu fatto dall’inglese Sir Jacob De Bouverie nel 1741; da questi passò al figlio, il primo conte di Radnor, per rimanere esposto nel castello Longford dei conti di Radnor per oltre due secoli,  sino al 1945. Il Mahon (1947), evidenziando il pregio poetico della diffusa luminescenza che circondava la figura, fu il primo a pubblicare l’autografia del dipinto, trovando ampi consensi nella critica del periodo, e quella degli anni che seguirono.

“Il ratto d’Europa” raffigurato in basso (in bianco e nero): Attualmente all’Ermitage di Leningrado, un dipinto realizzato con tecnica ad olio su tela dalle dimensioni di 114,5 X 88,5 cm. Trattasi di una versione che rappresenta una parte del dipinto di Mahon, che fu acquistata dalla collezione di R. Oudney di Londra nel 1779. Anche questa versione venne venne assegnata all’artista ed inserita fra le  opere autografe del Reni nei cataloghi del museo russo.

Il ratto d'Europa, cm. 1114,5 X 88,5, Ermitage di Leningrado
Il ratto d’Europa, cm. 1114,5 X 88,5, Ermitage di Leningrado.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *